Addio Stan Lee: padre dei supereroi Marvel

Stan Lee

Ci lascia oggi Stan Lee, all’età di 95 anni, creatore dei supereroi Marvel che hanno invaso l’infanzia ed i sogni di milioni di persone per anni e anni.

Ci lascia Stan Lee, l’uomo che ha saputo riempire di sogni gli occhi dei bambini

Spider-Man, Hulk, Thor e Iron Man sono solamente alcuni dei personaggi partoriti dalla mente di Stan Lee, nome d’arte di Stanley Martin Lieber, nato il 28 dicembre 1922 a New York, che ci lascia oggi alla veneranda età di 95 anni.

Fumettista, editore e per lungo tempo presidente e direttore editoriale della Marvel Comics, da qualche tempo si era ritirato dalla vita pubblica per motivi di salute ed è di poco fa la notizia del suo decesso. Innovatore del mondo dei fumetti, creatore di personaggi che, come lui, rimarranno per sempre vivi e vividi nella memoria collettiva di ognuno di noi, lasciando nella nostra mente il volto mascherato di uomini e donne che ci hanno e continueranno a difenderci.

La sua carriera prende il via nel 1961 alla Magazine Management Company di Martin Goodman, il quale possedeva già la Timely Comics, punta di diamante per i fumetti dell’epoca, con a capo Capitan America. La Timely Comics prenderà, nel 1961, il nome di Marvel, con la pubblicazione dei primi veri supereroi creati da Stan Lee, insieme Jack Kirby: I Fantastici 4.

Da lì in poi, in quel periodo, iniziò la nascita dei più grandi supereroi di tutti i tempi, disegnati dalla matita di Stan Lee in collaborazione con altri disegnatori, nati anche per contrastare la forte concorrenza della DC Comics con la loro Justice League. Ed è proprio in questo periodo che nascono Hulk, Thor, Iron Man, X-Men, Dottor Strange, Daredevil e Pantera Nera. Stan Lee divenne, rimase e rimarrà per sempre il volto della Marvel, la casa fumettistica che, sin dagli anni ’60, ha rivoluzionato il mondo supereroistico.

La vera rivoluzione ci fu però negli anni ’70: il mondo dei fumetti entrò in crisi, ma Stan Lee intuì che per i supereroi era giunto il momento di uscire dall’unico formato che li aveva accolti, il fumetto, per spingersi verso altre terre, quelle televisive e cinematografiche. Questo è stato il punto di partenza che ha portato la Marvel dov’è in questo momento.

Negli ultimi tempi a livello fumettistico, Stan Lee non ha avuto lo stesso piglio degli anni ’60 e, purtroppo, molte delle ultime notizie riguardavano principalmente cause legali legate alla gestione del suo patrimonio. Il colpo più duro lo subì sicuramente nel 2017 quando, dopo 70 anni di matrimonio, sua moglie Joan venne a mancare.

Oggi la Marvel è un gruppo attivo su molti fronti, acquisito dalla Disney nel 2009. Lee è sempre stato il fulcro di questi gruppo, soprattutto nel cinema. Celebri e famosi sono i suoi camei nei vari film Marvel, iniziati nel 1989 nel film Processo all’incredibile Hulk, fino al recentissimo Venom, indossando i più improbabili costumi, da postino a DJ in un nightclub, accompagnando fino all’ultimo momento le sue creazioni.

Non basteranno mai le parole per descrivere una mente geniale e ribelle come quella di Stan Lee, grande disegnatore ed ideatore dei personaggi che più di tutti hanno invaso la mente di generazioni e generazioni di bambini e ragazzi, creando un mondo in cui, per una volta, chiunque, uomini o donne non faceva differenza, poteva essere un eroe. E chiunque leggeva le gesta dei suoi supereroi, si sentiva un po’ super dentro di sé.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi