Animal House: 40 anni fa usciva la “madre” delle commedie americane

Animal House 40 anni

In occasione dei 40 anni dall’uscita di Animal House, vediamo insieme perché la pellicola con John Belushi è una pietra miliare nella commedia audiovisiva.

Animal House: il film che ha rotto il buonismo americano

Animal House è il terzo film di John Landis, che è sicuramente più noto per Blues BrothersUna poltrona per due. Il film cavalcava sicuramente la New Wave americana e la voglia di ringiovanimento della Hollywood anni ’70.

Ambientato negli anni ’50. Le matricole di un college devono scegliere la confraternita di cui fare parte. Inizialmente sono attratti dagli Omega, i migliori del campus. Finiscono per far parte, però, dei Delta Tau-Kai. I Delta sono i più scanzonati e irriverenti, cosa che mettono in chiaro fin da subito. La vicenda prosegue con le difficoltà a mantenere una vita “spericolata” da parte dei protagonisti, contro il sistema dall’inizio alla fine.

L’importanza di questa pellicola è proprio questa: i personaggi non seguono il sistema dall’inizio alla fine. Landis ha voluto dare agli americani un’immagine vera della società, anche se condita con gag grandiose. L’intento del regista era quello di rompere il buonismo delle commedie alla Frank Capra, i cui protagonisti partivano con un obiettivo e alla fine lo raggiungevano. I protagonisti di Animal House vanno contro le convenzioni, non hanno un obiettivo autoedonistico.

La fine del film è la prova conclamata di questa lotta continua dei protagonisti.Quando vengono espulsi dal college non si rassegnano a diventare dei bravi studenti, ma decidono di sabotare la parata degli studenti, che viene descritta fino a quel momento come un evento importantissimo. La loro attitudine a prendere la vita alla leggera da giovani non pregiudica la loro vita futura. Questo ci viene spiegato da delle scritte in sovrimpressione nelle scene finali. Tecnica già vista in American Graffiti di George Lucas.

Chi la fa da padrone è sicuramente John Belushi. Non è facile dirigere un attore come lui, e Landis dovette fare carte false per convincerlo. Ogni gag è costruita su Belushi. Tra gli altri ci sono sicuramente da menzionare Donald Sutherland, Karen Allen e Tom Hulce (che sarà il Mozart di Forman).

Animal House è la madre delle commedie americane. Sicuramente la migliore commedia americana degli anni ’70. In moltissime commedie vengono citate scene di Animal House. Ad esempio American Pie richiama molto a questa pellicola, con il difetto che dall’inizio capiamo che i protagonisti otterranno quello che vogliono. American Pie però è demenziale.

Animal House gioca. Non ha bisogno di clichè per far ridere, complice anche l’assoluta grandiosità di John Belushi. Animal House non ha clichè perche i clichè li ha creati.

Leggero. Spumeggiante. Attori divertiti e divertenti. Soprattutto John Belushi. Non si può non voler bene ad Animal House. Come non si può non voler bene alla mamma.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi