Box Office Italia: la classifica dei film più visti del weekend (25-28 gennaio)

Box Office

Aprono bene il nuovo film di Ligabue, Made in Italy, e l’action thriller con Liam Neeson, L’uomo sul treno, al box office italiano. Vediamo insieme la classifica!

Box Office Italia: weekend dal 25 al 28 gennaio

I primi due posti della classifica dei film più visti questo weekend sono occupati dalla terza regia del cantautore Ligabue e da L’uomo sul treno, con Liam Neeson. Rispettivamente, gli incassi delle due nuove uscite sono di 1,4 e poco più di 1 milione di euro.

Va detto, comunque, che il botteghino del nostro paese ha registrato un calo rispetto alle settimane precendenti, considerando l’assenza di titoli particolarmente attesi.

Terzo posto per L’ora più buia. Forte delle tante nomination agli Oscar, il film con Gary Oldman guadagna un altro milione e arriva a 2,5 totali.

Seguono le commedie italiane. Benedetta Follia di Verdone e Il Vegetale con Rovazzi sono arrivati a 7,6 e 2,5 milioni di euro complessivi.

Sesto e settimo posto per altri due film in qualche modo italiani e tra i protagonisti della stagione dei premi. Ella & John di Virzì (candidato a un Golden Globe) sale a quota 2,3 milioni in due settimane di programmazione, mentre Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino (nominato a 4 Oscar) apre con ben 781 mila euro nonostante le relativamente poche sale in cui è stato distribuito.

Italia anche all’ottavo posto: Finalmente sposi degli Arteteca incassa 520 mila euro nel weekend d’esordio. Chiudono la top ten Jumanji: Benvenuti nella Giungla, giunto a sfiorare i 10 milioni di euro complessivi e Bigfoot Junior, che apre con 488 mila euro.

Delude invece la pellicola con Matt Damon, presentata a Venezia e diretta da Alexander Payne: Downsizing – Vivere alla grande. 289 mila euro e quattordicesima posizione per la new entry.

Il film evento per la giornata della memoria, Gli invisibili, ha incassato in tre giorni di programmazione 113 mila euro. Decisamente meglio aveva performato Un sacchetto di biglie, altra pellicola sull’Olocausto, arrivata in due settimane a 520 mila euro.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi