Buon compleanno, Hayao Miyazaki: 77 anni di puro genio tra manga e anime

hayao miyazaki

Al via le celebrazioni per il compleanno di Hayao Miyazaki, che compie 77 anni e consolida, ancora una volta, il suo geniale status creativo.

Buon compleanno, Hayao Miyazaki: sintesi esistenziale di avanguardia artistica

Quando si festeggia un traguardo importante come quello dei 77 anni, è lecito pensare che dietro un’esistenza così piena ci siano innumerevoli esperienze da poter tramandare a chiunque abbia bisogno di un riferimento. Materiale o spirituale che sia, la condivisione in tal senso si regge su scoperte e rivendicazioni di elevato spessore aventi, come obiettivo, il perseguimento di una consapevolezza senza confini. E nel caso di Hayao Miyazaki, ciò viaggia attraverso una carriera piena di cambiamenti sollecitati (e non potrebbe essere altrimenti) da un unicum artistico. Tematiche e attitudini morali hanno, quindi, trovato una definizione oggettiva capaci di sensibilizzare il mondo e di sdoganare svariati luoghi comuni.

La passione per i manga e la conseguente multimedialità

Sebbene il suo nome venga accostato, soprattutto, all’ascesa dell’animazione giapponese, Hayayo Miyazaki non ha mai disdegnato l’affascinante ambito dei manga. Sporadiche o meno, le sue virate nell’universo della nona arte godono di una cerchia di appassionati che trattano simili opere come delle vere e proprie reliquie. Fra queste, vanno citate Shuna no tabi, Hikotei jidai, Kaze tachinu e il seminale Nausicaä della Valle del vento. Quest’ultimo, infatti, ha poi contribuito alla genesi multimediale del celeberrimo Studio Ghibli, compagnia d’animazione alle spalle di autentici capolavori globali.

Anime e mitologia vivente di un genio privo di confini

Passando all’aspetto puramente “anime” della faccenda, non basterebbe una vita intera per descrivere l’apporto del sensei in tale direzione. Oltre a un’elencazione di quelli che possono essere i migliori film di Hayao Miyazaki, è necessario concentrarsi sull’influenza che quest’ultimo ha esercitato verso un simile settore. Dalle collaborazioni alle serie televisive, passando per i cortometraggi destinati al Museo Ghibli, la sua impronta risulta indelebile; ed è una fortuna che sia così, ieri, oggi e domani. Insomma, le parole spese sino ad ora tendono a una glorificazione del maestro nipponico; poiché, come disse Akira Kurosawa:

“Talvolta lo paragonano a me. Mi dispiace per lui perché lo abbassano di livello”

Cosa riserva il futuro?

Durante lo special televisivo Never-Ending Man: Hayao Miyazakidistribuito in Italia da Dynit e Nexo Digital – c’è stata una dichiarazione molto importante sul suo futuro. Il regista, sceneggiatore e fumettista giapponese sarebbe intenzionato a tornare a lavorare su un nuovo lungometraggio; la relativa produzione potrebbe richiedere più di 5 anni di lavorazione. L’opera cinematografica dal titolo Kimi-tachi wa Dō Ikiru ka (Voi come vivete?)  è ispirata al romanzo omonimo del 1937 di Genzaburo Yoshino. I lavori di realizzazione sono incominciati senza ricevere un’approvazione ufficiale e il regista spera di completare il film entro il 2019; tuttavia, si prevede che la produzione non finirà prima del 2020 o 2021. Non resta, quindi, altro da fare che incrociare le dita!

The following two tabs change content below.

Giorgio Longobardi

Multitasking addicted e formatore professionale. Divoratore di film, serie TV, anime e fumetti. Utopista, cultore del libero pensiero e grande appassionato di sport: tra i suoi sogni, quello di realizzare un gol in Premier League.

Lascia un commento