Buon compleanno, Nicolas Cage: l’attore che si è fatto da solo!

Nicolas Cage

Tanti auguri a Nicolas Cage che compie oggi 54 anni! Origini italiane e “nipote” d’arte, l’attore ha all’attivo più di settanta film.

Nicolas Cage: il peso di un cognome importante

Nascere in una famiglia che rappresenta una vera e propria istituzione nel mondo del cinema, se si vuole fare l’attore non può che essere una fortuna. Non però per Nicolas Cage. Non proprio figlio d’arte, ma più che altro nipote, Nicolas tenta fin dall’inizio di affermarsi come attore senza ricorrere alla fama del suo cognome. Lo zio è infatti quel Francis Ford Coppola che ha diretto film come Il padrino, Apocalypse Now e Dracula di Bram Stoker, uno degli esponenti più importanti della New Hollywood. Ecco che quindi Nicolas Kim Coppola decide di abbandonare il suo cognome, con tutte le aspettative ma anche i privilegi che comporta, per diventare Nicolas Cage.

Dopo il divorzio dei genitori, il giovane Nicolas cresce con il padre, avvicinandosi alla recitazione all’età di diciassette anni. Diplomatosi alla UCLA, l’attore debutta al cinema nel 1982 con Fuori di testa di Amy Heckerling, accanto a Sean Penn, Jennifer Jason Leigh e Judge Reinhold. Il film non è proprio un successo e, preso dallo sconforto, Cage decide che il cinema non è la sua strada. Finisce così a vendere popcorn e sarà proprio il celebre zio ad offrirgli una seconda occasione, proponendogli una parte nel suo film Rusty il selvaggio. Cage accetta ma solo a costo di figurare con il suo nuovo cognome, così da non essere accostato al famoso zio.

L’affermazione e il successo come Nicolas Cage

Abbandonati i popcorn, Nicolas Cage inizia una brillante carriera cinematografica. Negli anni Ottanta prende parte a diversi film: dal poetico Birdy – Le ali della libertà, al romantico Stregata dalla luna accanto a Cher, passando però per alcuni film diretti dallo zio. Nel 1984 recita infatti in Cotton Club, mentre nel 1986 è Charlie Bodell in Peggie Sue si è sposata.

Gli anni Novanta si aprono con la collaborazione con un grande regista. Si tratta di David Lynch, che lo sceglie per il suo Cuore selvaggio, vincitore della Palma d’oro come Miglior film al Festival di Cannes. Negli anni successivi l’attore partecipa a diversi film di successo, come Via da Las Vegas, Con Air, Face/Off – Due facce di un assassino e City of Angels – La città degli angeli. Grazie proprio a Via da Las Vegas vince nel 1996 il Premio Oscar come Miglior attore protagonista, all’età di trentadue anni. Segue poi un’altra collaborazione con un grande regista. Questa volta è Brian De Palma che lo sceglie per interpretare il detective corrotto Rick Santoro in Omicidio in diretta.

Gli anni Duemila, i film d’azione e la consacrazione

Ormai diventato uno degli attori più conosciuti al mondo, dal Duemila Nicolas Cage ha recitato in più di quaranta film. Passando dai tanti film d’azione, a quelli romantici, drammatici e storici, Cage ha dato prova di saper interpretare qualsiasi personaggio. Basta pensare a pellicole come Fuori in sessanta secondi, The Family Man, Lord of War, World Trade Center e ancora Il mistero dei Templari, Segnali dal futuro e Ghost Rider.

Una carriera ricca e variegata, dove Cage ha saputo interpretare ruoli molto diversi tra loro, ma soprattutto è riuscito ad affermarsi senza servirsi del suo importante cognome. Passato anche una volta dietro la macchina da presa con Sonny nel 2002, Cage ha regalato performance indimenticabili. In attesa di un suo ritorno sul grande schermo, dopo USS Indianapolis, non ci resta che fare i nostri auguri al grande attore italo-americano!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi