Cate Blanchett, tanti auguri: i dieci ruoli con cui l’attrice ha fatto innamorare il mondo

Cate Blanchett

Considerata tra le attrici più amate del cinema internazionale, Cate Blanchett compie oggi 49 anni. Omaggiamola rivedendo i suoi ruoli più importanti.

Da Elizabeth a Carol e Truth: è Cate Blanchett la diva del nuovo millennio

Esattamente quarantanove anni fa, mentre la primavera giungeva al termine, sulle spiagge australiane veniva al mondo Cate Blanchett, colei che, rubando i versi di una celebre canzone italiana, potremmo definire come il “Fiore di Maggio” del cinema internazionale.

Conosciuta ed apprezzata soprattutto per le sue interpretazioni sul grande schermo, forse non tutti sanno che in realtà Cate Blanchett nasce come attrice teatrale. Il ruolo attraverso cui, nel 1993, ha iniziato ad attirare l’interesse della critica è stato quello ricoperto nell’opera Oleanna di David Mamet al fianco di Geoffrey Rush, lo stesso attore che, appena cinque anni dopo, torna a recitare con Cate Blanchett per il film Elizabeth. La pellicola diretta da Shekhar Kapur le è valsa la prima nomination agli oscar e segnò l’inizio di una carriera in costante crescita.

In un periodo in cui lo scenario internazionale si presenta più affollato che mai e nel quale risulta quindi complicato individuare dei veri e propri “miti”, di certo Cate Blanchett rappresenta uno dei nomi maggiormente capaci di mettere d’accordo pubblico e critica, ritagliandosi un posto nel cuore di ogni generazione.

Una carriera ventennale durante la quale l’attrice ha saputo dimostrare tutta la propria versatilità artistica, prestando il proprio talento ad ogni tipo di interpretazione. Se tutto ebbe inizio con la storicità del personaggio di Elisabetta I, a distanza di due decenni ritroviamo Cate Blanchett nel ruolo della villain Marvel nel film Thor: Ragnarok, atteso nelle sale nel mese di ottobre. Non è inoltre escluso un suo ritorno a teatro per il ruolo di Margo Channing nel rifacimento del leggendario film Eva contro Eva.

Oggi l’attrice australiana compie 48 anni e noi abbiamo scelto di riunire in questo articolo i dieci ruoli che han consacrato la sua brillante carriera.

Cate Blanchett

Elizabeth: Alla sua seconda esperienza cinematografica, Cate Blanchett ha dato vita ad un’interpretazione eccelsa. Il film rappresenta il primo dei due capitoli dedicati alla figura regale della passionaria Elisabetta, capace di garantire al proprio regno un lungo periodo di pace e prosperità. Ottiene per questo ruolo la sua prima nomination agli Oscar, riconoscimento che replicò anche con il sequel del film, Elizabeth: The Golden Age (2007).

Il Signore degli Anelli: Nonostante una carriera ancora agli albori, l’attrice australiana veniva richiesta dai maggiori cineasti di Hollywood, a testimonianza di quanto il suo talento fosse già ben tangibile. Le sue virtù camaleontiche l’hanno portata, nel 2001, a ricoprire il ruolo attraverso cui entrò nel cuore dei nerd di tutto il mondo, ovvero Galadriel, l’elfa della Terra di Mezzo nel colossal fantasy Il Signore degli Anelli, diretto da Peter Jackson.

The Aviator: Neanche un triennio dopo, fu Martin Scorsese a telefonare a Cate Blanchett per proporle di interpretare la mitica Katharine Hepburn nel film The Aviator. Al fianco di Leonardo Di Caprio, la bella attrice portò sul grande schermo una prova ineccepibile, ottenendo per questo la sua seconda nomination agli Oscar.

Diario di uno scandalo: Dopo un history movie, un fantasy ed un biopic, nel 2006 fu il turno di un film drammatico in cui l’attrice prestò cuore e lacrime al personaggio di Sheba Hart, insegnante che intrattiene una relazione con uno studente quindicenne. Diretta da Richard Eyre, la pellicola conquistò ben quattro nomination agli Oscar, tra cui quelle per le sue attrici principali, Judi Dench (come protagonista) e, neanche a dirlo, Cate Blanchett (come non protagonista).

Cate Blanchett

Io Non Sono Qui: Si torna al genere biopic, questa volta però spostandosi nell’ambito musicale. Il film, diretto da Todd Haynes e Oren Moverman, accende i riflettori sul cantautore Bob Dylan, ripercorrendone l’esistenza attraverso sette precise fasi della sua vita. Tra Christian Bale, Richard Gere e Heath Ledger spuntava anche la nostra Cate, per la “fase” di Jude Quinn che le valse la quarta nomination agli Oscar, la terza come non protagonista.

Il Curioso Caso di Benjamin Button: Tra dramma, sentimento e fantasia, nel 2008 il regista David Fincher diresse l’adattamento cinematografico di un racconto breve firmato da Francis Scott Fitzgerald. Con ben tredici nomination ottenute agli Oscar, il film narra la storia di Benjamin Button, nato anziano e ringiovanito, anno dopo anno, attraverso lo scorrere del tempo. Protagonisti della pellicola, Brad Pitt e Cate Blanchett.

Cate Blanchett

Blue Jasmine: La vera svolta nella carriera dell’attrice è giunta però nel 2013 quando, guidata dal regista Woody Allen che tanta libertà di interpretazione lascia ai propri attori, riuscì a dar vita ad un personaggio a cui risulta impossibile rimanere indifferenti: Jeanette “Jasmine” Francis. La donna, affetta da diversi disturbi psicologici, riesce, nella sua drammaticità, a risultare estremamente irresistibile, e questo grazie ad una Cate Blanchett sempre più consapevole del proprio talento. Ecco perché, a quarantaquattro anni, ottiene il suo secondo Oscar, questa volta come miglior attrice protagonista.

Cenerentola: Nel 2015, l’attrice di Melbourne si presta al ruolo di Lady Tremaine nel remake in live action del capolavoro Disney, Cenerentola. Impossibile considerarla come la cattiva della situazione, poiché, anche in questo caso, Cate riuscì a farsi amare da pubblico e critica, apparendo più bella che mai nei costumi di Sandy Powell.

Cate Blanchett

Carol: Con questo film, Cate Blanchett torna a lavorare con Todd Haynes e torna ad immergersi nel genere classico-romantico. Lo fa interpretando l’elegante ed affascinante Carol Aird, protagonista di un’intensa e passionale storia d’amore con la giovane Therese Belivet (Rooney Mara). Ottiene così la sua settima candidatura all’Oscar,

Truth: Nel medesimo anno di Carol, Cate dà vita ad un’altra interpretazione eccelsa. Questa volta si trova ad essere vittima dell’omertà e della mancanza di libertà nel giornalismo statunitense. Nella fattispecie, sul grande schermo vengono portate le memorie di Mary Mapes, giornalista che nel 2004 diede vita ad una campagna decisa a porre la lente di ingrandimento sulle ombre della vita militare di George W. Bush nella Guardia Nazionale del Texas.

Cate Blanchett

Insomma, attraverso questi dieci film abbiamo avuto modo di comprendere ancora una volta il motivo per cui Cate Blanchett rappresenti la più grande attrice del nuovo millennio, capace di risultare credibile in ogni ruolo ed in ogni contesto cinematografico.

Un’attrice che, come una sorta di Benjamin Button, sembra non conoscere lo scorrere del tempo, talmente fulgida e luminosa appare ogni anno che passa. Oggi è il suo compleanno e noi non possiamo che farle i nostri migliori auguri: mille anni per lei, mille film (con lei) per noi!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi