Colin Farrell, Star Of The Week: ripercorriamo la carriera dell’interprete irlandese

Colin Farrell

È al cinema in questi giorni nel film di Sofia Coppola: L’inganno. Rivediamo alcune delle migliori interpretazioni di Colin Farrell, star della settimana!

Colin Farrell: i primi ruoli…

Il percorso artistico dell’attore nato a Dublino, nel 1976, comincia alla fine degli anni ’90. Uno dei suoi primi ruoli degni di nota fu in Tigerland, di Joel Schumacher.

Nella pellicola, ambientata in un campo di addestramento, durante la guerra del Vietnam, il talentuoso interprete era il protagonista Roland Bozz, giovane recluta ribelle ed indisciplinata.

Un paio di anni dopo Steven Spielberg gli affidò un ruolo importante nel blockbuster fantascientifico Minority Report, ispirato al racconto di Philip K. Dick. Farrell fornì una solida prova di recitazione accanto a Tom Cruise e al grande Max von Sydow, nei panni dell’ispettore federale incaricato di trovare difetti nel sistema Precrimine.

Fu tuttavia nel thriller In linea con l’assassino (seconda collaborazione con Schumacher), che l’attore diede il meglio di sè, caricandosi sulle spalle il peso dell’intero film. Nel ruolo del manager presuntuoso ed infedele ‘Stu’ Shepard, Farrell ebbe modo di rappresentare una vasta gamma di emozioni e sentimenti, rinchiuso per tutto il tempo all’interno di una cabina telefonica.

Fortunatamente la sua ridicola interpretazione nel disastroso cinecomic con Ben Affleck, Daredevil, non rovinò quanto di buono fatto fino a quel momento.

… e i grandi successi

La nostra star continuò ad essere ingaggiata in ruoli da protagonista, in pellicole di ogni sorta. Dall’action S.W.A.T. – Squadra speciale anticrimine, al biopic di Oliver Stone su Alessandro Magno, fino alla personale visione di Terrence Malick della storia di Pocahontas, in The New World.

Arriviamo al 2006 e ad uno dei film più belli della sua carriera. Il poliziesco, basato sull’omonima serie televisiva, Miami Vice, diretto dal maestro Michael Mann.

Negli anni successivi Colin Farrell ha collaborato con Woody Allen e Terry Gilliam. Nel secondo caso per completare il lavoro, insieme a Jude Law e Johnny Depp, del collega e amico scomparso Heath Ledger, in Parnassuss – L’uomo che voleva ingannare il diavolo.

Nell’ultima parte della sua carriera ha partecipato a progetti molto diversi tra loro. Si è infatti cimentato in commedie (Come ammazzare il capo), pellicole indipendenti (The Lobster), sci-fi (il remake di Atto di forza) e fantasy (Animali fantastici e dove trovarli).

Uno dei ruoli in cui, evidentemente, si trova più a suo agio è però quello del poliziotto: ricorrente nella sua filmografia. Di recente lo è stato in Pride and Glory e nella seconda stagione di True Detective. Due prodotti che magari non svettano per originalità tra i tanti dello stesso genere, ma nei quali le sue performance erano assolutamente di rilievo.

Chiudiamo citando un film molto particolare, che vi consigliamo di recuperare se non l’avete mai visto. La divertente commedia-thriller In Bruges – La coscienza dell’assassino, candidata all’Oscar nel 2009 per la migliore sceneggiatura originale.

Colin Farrell

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi