Daniel Day-Lewis, addio alla recitazione

Daniel Day-Lewis

Attraverso il suo portavoce Daniel Day-Lewis conferma alcuni rumor che serpeggiavano già da tempo. 

Daniel Day-Lewis annuncia il suo addio alle scene

E’ come una doccia fredda la notizia che riguarda Daniel Day-Lewis, il celeberrimo attore tre volte premio Oscar. Attraverso una nota stampa scritta dal suo portavoce e diffusa da Variety, si comunica che l’attore britannico si ritira in modo definitivo dal mondo della recitazione. L’ultimo film arrivato al cinema e di cui era il protagonista fu Lincoln, diretto da Steven Spielberg ben 5 anni fa.

Daniel Day-Lewis non lavorerà più come attore.” scrive il suo portavoce nella nota diffusa alla stampa “È immensamente grato a tutti i suoi collaboratori e al pubblico […] È una decisione privata e né lui né i suoi portavoce faranno ulteriori commenti a riguardo.”

Lo vedremo comunque il prossimo 25 dicembre in Phantom Thread, il nuovo film di Paul Thomas Anderson, e poi l’attore si ritirerà dalle scene senza nessun ripensamento.

Grandi successi nella carriera di Daniel Day-Lewis

Ha da poco compiuto 60 anni ma Daniel Day-Lewis ha alle spalle una carriera fulminante, fatta di successi, riconoscimenti ed un affetto sconfinato da parte del pubblico.

Vincitore di tre premi Oscar nella categoria miglior attore grazie a Il mio Piede Sinistro, Il Petroliere e Lincoln, è stato candidato anche per la sua partecipazione a Gangs of New York di Martin Scorsese ed appunto Lincoln. Ha debuttato sul grande schermo nel lontano 1971 dividendosi fra teatro e tv. E’ sposato ed ha due figli.

Daniel Day-Lewis già in passato voleva ritirarsi dalle scene, ma fu proprio Scorsese a convincerlo a tornare su i suoi passi. Attore istrionico, sguardo schivo ma dal talento sconfinato, ha lavorato nel momento di massimo splendore del cinema moderno ed è stato diretto da alcuni fra i registi più influenti di oggi.Una scelta la sua ponderata, che va rispettata, ma sicuramente il mondo del cinema sentirà la mancanza di un attore dai mille talenti, capace di emozionare con un solo semplice sguardo.

The following two tabs change content below.

Carlo Lanna

Pacato ma ansioso, divoratore di caramelle gommose, appassionato di cinema e serie tv fin dall'età di 12 anni. Hitchcock è il suo regista preferito, Buffy è la serie del cuore, Il signore Degli anelli è il romanzo della sua vita. Giornalista pubblicista, laureato in legge e presto anche in comunicazione, Carlo sogna di poter intervistare Chris Evans ed Henry Cavill, nella realtà di tutti i giorni scrive articoli e passa troppe ore connesso al pc.

Lascia un commento