David di Donatello 2017, vincitori e vinti: miglior film a La Pazza Gioia, Stefano Accorsi tra gli attori

David di Donatello 2017

Elenco dei vincitori, tra attori e film, dei David di Donatello 2017. La cerimonia di premiazione  dela 62esima edizione è andata in onda su Sky Cinema.

David di Donatello 2017, consegnati i premi con una cerimonia tra risate e commozione

Si è appena conclusa la 62esima edizione dei David di Donatello e, come ogni fase di post-cerimonia che si rispetti, è giunto il momento di tirare le somme e vedere chi, tra gli addetti ai lavori, si è portato a casa la prestigiosa statuetta. Vogliamo prima sottolineare l’alto livello della serata da poco conclusasi sui canali Sky, condotta al meglio dal talentuoso Alessandro Cattelan, durante la quale abbiamo potuto assistere a simpatiche gag (spassosissimo il discorso della mitica Valeria Bruni Tedeschi) ma anche a momenti fatti di intense emozioni, soprattutto quello in cui è stata ricordata Monica Vitti (seppur di sfuggita), le parole rivolte a Josciua Algeri, giovane protagonista di Fiore scomparso di recente, ed infine la consegna del David Speciale a Roberto Benigni.

Se ci pensiamo bene, ogni anno, tutti i cinefili del mondo rimangono incollati davanti al televisore per assistere alla magica notte degli Oscar, ammirando il via vai di star sul red carpet più famoso di Hollywood. Ebbene, possiamo senza dubbio affermare che i David di Donatello corrispondono perfettamente agli Oscar italiani. Sì perché, da oltre mezzo secolo, è proprio in quella unica serata che nella stessa platea si riunisce il meglio del cinema nostrano, quello che nella seconda metà del ‘900 ha fatto scuola nel mondo con Fellini, Rossellini ed i grandi attori di quella che viene definita come la Commedia all’italiana.

I tempi sono cambiati, questo è vero, ma in tanti vedono un periodo di forte rinascita per la settima arte italica. E se lo scorso anno a convincere pubblico e critica sono stati film come Perfetti Sconosciuti e Lo Chiamavano Jeeg Robot, nella stagione cinematografica appena trascorsa, non sono mancati titolo di altrettanto prestigio.

Elenco dei vincitori e dei vinti: La Pazza Gioia trionfa tra i film, Stefano Accorsi tra gli attori

Ecco quindi brevemente spiegato perché in molti hanno seguito con grande interesse i David di Donatello 2017, un po’ per curiosità ed un po’ perché sono sempre di più gli attori ed i registi di cui andare fieri e da ammirare, proprio come fosse la magica notte degli Oscar. Nelle scorse settimane abbiamo analizzato nominati e favoriti, oggi, invece, possiamo finalmente leggere il nome dei vincitore e dei vinti (riportati in grassetto), sottolineando come, a fronte delle numerose nomination, La Pazza Gioia di Paolo Virzì si sia “accontentato” dei premi maggiori, relativi alla Miglior Attrice per Valeria Bruni Tedeschi, alla Miglior Regia e al Miglior Film.

Per quanto riguarda le categorie relative agli attori e alle attrici, protagonisti/e e non, la giuria ha così decretato:

Miglior Attrice Protagonista: Valeria Bruni Tedeschi – Micaela Ramazzotti – Daphne Scoccia – Marianna e Angela Fontana – Matilda De Angelis;

Miglior Attore Protagonista: Stefano Accorsi – Sergio Rubini – Toni Servillo – Valerio Mastandrea – Michele Riondino;

Miglior Attrice Non Protagonista: Antonia Truppo – Valentina Carnelutti – Valeria Golino – Roberta Mattei – Michela Cescon;

Miglior Attore Non Protagonista: Valerio Mastandrea (Fiore) – Massimiliano Rossi – Ennio Fantastichini – Pierfrancesco Favino – Roberto De Francesco;

Potremmo dire che fino a qui non ci sono stati grandi colpi di scena, seppur la sfida tra le donne risultava davvero in bilico. Spostiamo l’attenzione alle categorie relative al Miglior Film, alla regia, esordiente e non, ma anche alla sceneggiatura, originale e adattata:

Miglior Film: Veloce Come il Vento – La Pazza Gioia – Fiore – Fai Bei Sogni – Indivisibili;

Miglior Regista: Paolo Virzì – Edoardo De Angelis – Matteo Rovere – Marco Bellocchio – Claudio Giovannesi;

Miglior Regista Esordiente: Michele Vannucci – Marco Danieli (La Ragazza del Mondo) – Marco Segato – Fabio Guaglione – Lorenzo Corvino;

Miglior Sceneggiatura Originale: Giovannesi / Gravino / Lattanzi (Fiore) – Astori / Diliberto / Martani (In guerra per amore) – Guaglianone / Petronio / De Angelis  (Indivisibili) – Archibugi / Virzì (La Pazza Gioia) – Andò / Pasquini (Le Confessioni) – Gravino / Manieri / Rovere (Veloce come il vento);

Miglior Sceneggiatura Adattata: Infascelli / Leotti (Era d’estate) – Albinati / Bellocchio / Santella (Fai Bei Sogni) – Cabiddu / Chiti / De Mola (La Stoffa dei Sogni) – Patierno (Naples ’44) – Marciano / Santella / Mordini (Pericle il Nero) – Guadioso (Un Paese Quasi Perfetto);

Adesso vediamo invece chi, nella 62esima edizione dei David di Donatello, si è aggiudicato i premi relativi alla sfera musicale e sonoro:

Miglior Musicista: Carlo Crivelli (Fai Bei Sogni) – Enzo Avitabile (Indivisibili) – Carlo Virzì (La Pazza Gioia) – Franco Piersanti (La Stoffa dei Sogni) – Andrea Farri (Veloce come il Vento);

Miglior Canzone Originale: I Can See the Stars (Fabrizio Campanelli, Come diventare grandi nonostante i genitori) – Abbi pietà di noi (Enzo Avitabile, Indivisibli) – L’estate addosso (Jovanotti, L’estate addosso) – Po Popporoppò (Carlo Virzì, La Pazza Gioia) – Seventeen (Andrea Farri e Lara Martelli, Veloce come il Vento);

Miglior Suono: Carito / Lorenzo / Rosato / Cappanelli (Fai Bei Sogni) – Giannì / Conca / Abouzaid / Rossi / Rosato / Cucinelli (Indivisibili) – Bianchi / Novelli / Bassani / Quadroli / Pallotto (La Pazza Gioia) – Porcari / Ripani / Spinelli / Marinelli (La Stoffa dei Sogni) – Bonanni / De Santis – Perri – Mazzucco (Veloce come il Vento);

Per le altre categorie, hanno invece portato a casa la statuetta:

Miglior Costumista: Massimo Cantini Parrini (Indivisibli);

Miglior Truccatore: Luca Mazzoccoli (Veloce come il vento);

Miglior Acconciatore: Daniela Tartari (La Pazza Gioia);

Premio David Giovani: In Guerra per Amore;

Miglior Film Europeo: Io, Daniel Blake (Ken Loach);

Miglior Film Straniero: Animali Notturni (Tom Ford);

Miglior Scenografia: Tonino Zera (La Pazza Gioa);

Miglior Montaggio: Gianni Vezzosi (Veloce come il Vento);

Effetti Digitali: Veloce come il Vento;

Miglior Autore della Fotografia: Michele D’Attanasio (Veloce come il Vento);

Miglior Documentario: Crazy for Football (Volfango De Biasi);

Miglior Produttore: Attilio De Razza, Pierpaolo Verga (Indivisibili);

Questi dunque i vincitori in quelle che sono considerate le maggiori categorie dei David di Donatello. Per approfondire e dunque consultare l’elenco completo, visitate il sito ufficiale www.daviddidonatello.it

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi