David Fincher, tanti auguri: oggi è il compleanno del regista di Seven e Fight club!

David Fincher

Tanti auguri al regista David Fincher, che oggi compie 55 anni. Tra i suoi film: Zodiac, Panic room, The social network, oltre ai cult Seven e Fight Club!

Buon compleanno a David Fincher: maestro del thriller!

Compie gli anni oggi uno dei registi più talentuosi e apprezzati della sua generazione: David Fincher.

Fincher è noto per essersi cimentato molte volte con il genere poliziesco/thriller, per la sua lunga amizia e collaborazione con la star Brad Pitt e per aver dato il via alla fortunata serie House of Cards, dirigendo i primi due episodi.

La carriera di Fincher comincia da assistente agli effetti visivi in alcune grandi pellicole degli anni ’80. Su tutte Il ritorno dello Jedi e Indiana Jones e il tempio maledetto.

Successivamente si dedica per tanti anni alla regia di videoclip musicali. In questo periodo ha l’opportunità di lavorare con molte superstar, quali Madonna, Michael Jackson, Iggy Pop e leggendari gruppi come i Rolling Stones e gli Aerosmith.

Dall’esordio con Alien³ agli ultimi lavori

Il suo primo film è il sottovalutato episodio conclusivo della trilogia di Alien: Alien³. Una pellicola bistrattata tanto dallo studio, che la taglia abbondantemente in fase di montaggio, quanto dai predecessori Scott e Cameron.

Il successo arriva con una delle più belle cacce al serial killer di tutti i tempi: Seven, con Brad Pitt e Morgan Freeman. David Fincher

Il percorso artistico di Fincher prosegue poi con l’originale The game – Nessuna regola, ma soprattutto con un’altra pellicola di culto: Fight club, tratto dal romanzo di Chuck Palahniuk.

I lavori successivi del regista, due notevoli thriller molto diversi tra loro, Panic room e Zodiac, vengono decisamente apprezzati da pubblico e critica. Il primo dei due ebbe anche un buon successo al botteghino.

È tuttavia con Il curioso caso di Benjamin Button (terza collaborazione con Pitt), che Fincher riceve la prima nomination all’Oscar per la regia. L’incredibile storia dell’uomo che ringiovanisce col passare del tempo ottiene 13 candidature, portandosi a casa tre statuette. David Fincher

Anche il film successivo, il biopic dedicato al fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg (The social network) gli regala una nomination all’Oscar.

Gli ultimi due lungometraggi della sua carriera sono il remake di Uomini che odiano le donne e l’adattamento del romanzo di Gillian Flynn, L’amore bugiardo.

Prossimamente dovremmo vederlo alle prese con gli zombi di World War Z 2, ancora una volta con l’amico Brad Pitt.

Buon compleanno, David!

Lascia un commento