Aspettando Dunkirk: viaggio nella filmografia del regista Christopher Nolan

Christopher Nolan

Dunkirk, il nuovo film scritto, prodotto e diretto da Christopher Nolan sarà nei nostri cinema dal 31 agosto. Nell’attesa ripercorriamo la carriera del regista inglese.

Christopher Nolan: dai piccoli film indipendenti ai grandi blockbuster

Quando mancano pochi mesi all’uscita del decimo film di Christopher Nolan, Dunkirk, vi proponiamo una guida ai suoi precedenti lavori. Ripercorreremo quindi i notevoli thriller low-budget degli esordi, le grosse produzioni di genere action/sci-fi degli ultimi anni, raccontando anche le sue storiche collaborazioni con grandi attori, direttori della fotografia e compositori.

Following (1998)

L’opera prima di Christopher Nolan è un elegante noir a bassissimo costo. Ambientato a Londra e girato completamente in bianco e nero, racconta di un aspirante scrittore che segue persone scelte a caso allo scopo di raccogliere materiale per i suoi libri. L’incontro con un ladro professionista cambierà drasticamente la sua esistenza. Curiosamente, in una scena del film, compare su una porta il simbolo di Batman: un personaggio che, come ben noto, avrà una grandissima importanza nella carriera del regista.

Memento (2000)

Memorabile cult tratto da un racconto del fratello, Jonathan Nolan, candidato a due Oscar per la sceneggiatura ed il montaggio. Proprio quest’ultimo è il tratto distintivo della pellicola: ogni 15 minuti, infatti, il racconto delle vicende del protagonista Leonard, un uomo affetto da amnesia, si interrompe e ricomincia con i 15 minuti precedenti. Viene così via via rappresentato il costante sforzo del personaggio, interpretato da Guy Pearce, di ricordare chi egli sia, cosa deve fare e se può fidarsi delle persone che lo circondano.

Insomnia (2002)

Affascinante remake dell’omonimo thriller norvegese, offre ancora una volta a Christopher Nolan l’occasione di raccontare i temi dell’ossessione e del tormento interiore. Il film segna anche la prima collaborazione del regista con grandi star del calibro di Al Pacino, Hilary Swank e Robin Williams (quest’ultimo in un’inedita versione da “cattivo”). Continua inoltre il sodalizio artistico con il compositore David Julyan.

Batman begins (2005)

Ormai definitivamente impostosi all’attenzione di pubblico e critica con i suoi primi lavori, riceve dalla Warner Bros., che da questo momento in poi distribuirà tutte le sue pellicole, l’incarico di rilanciare al cinema il personaggio del Crociato di Gotham. La sua visione realistica dell’universo di Batman, in netto contrasto col disastro della versione di Joel Schumacher, convinse all’unanimità. Il primo capitolo della trilogia del Cavaliere oscuro diede anche inizio alla fortunata collaborazione con gli attori Michael Caine, Christian Bale e Cillian Murphy, oltre che con il grande Hans Zimmer.

The prestige (2006)

Nettamente il film preferito dal sottoscritto: un bellissimo thriller-steampunk ambientato nella Londra vittoriana. Ad impersonare i due illusionisti rivali sono Hugh Jackman e Christian Bale. Basato sul romanzo di Christopher Priest, lo si ricorda anche per la partecipazione di David Bowie nella parte dell’ingegnere e inventore Nikola Tesla. Meritate le candidature all’Oscar per le scenografie di Nathan Crowley e la fotografia di Wally Pfister (quarto progetto insieme al regista). Come spesso accade nella filmografia di Nolan, la storia viene raccontata in maniera non lineare, bensì con salti in avanti e indietro nel tempo.

Il cavaliere oscuro (2008)

Dopo l’ottima origin story dedicata al personaggio di Batman, la serie raggiunge il suo apice con questo capitolo ispirato, in parte, dai polizieschi di Michael Mann. Memorabile l’interpretazione del Joker da parte di Heath Ledger, scomparso tragicamente prima di vedere il film ultimato. Oltre ai già citati Bale e Caine, tornano anche Gary Oldman e Morgan Freeman nei ruoli del commissario Gordon e di Lucius Fox.

Inception (2010)

Famosissima pellicola ambientata nel mondo dei sogni, che regalò a Nolan la sua prima candidatura all’Oscar come miglior regista. Il cognome del protagonista, Cobb, che si occupa di rubare i segreti dalla mente delle altre persone, è una citazione dell’omonimo ladro di Following. Ad interpretarlo: Leonardo DiCaprio. Benchè simile per la tematica a film come Matrix o Paprika – Sognando un sogno, rappresenta un raro esempio di blockbuster altamente spettacolare ed intellettualmente stimolante.

Il cavaliere oscuro – Il ritorno (2012)

L’epica conclusione della trilogia sull’uomo-pipistrello è potente e viscerale, anche se lievemente inferiore ai primi due episodi. Notevole la prova di Tom Hardy nel ruolo dell’inquietante villain Bane, scelto allo scopo di mettere l’eroe a dura prova dal punto di vista fisico: una minaccia completamente diversa da quella rappresentata dal Joker.

Interstellar (2014)

Nella sua ultima fatica prima di Dunkirk, Christopher Nolan abbraccia a pieno la fantascienza. Avvalendosi della consulenza scientifica del fisico Kip Thorne, crea la più realistica rappresentazione visiva di un buco nero mai realizzata. La trama ruota attorno ad un gruppo di astronauti e scienziati in cerca di un nuovo pianeta abitabile per una umanità sull’orlo dell’estinzione. Ancora una volta regia, colonna sonora ed effetti speciali straordinari al servizio di una storia interessante e mai banale.

Vale infine la pena ricordare la predilezione del regista inglese per le cineprese ad alta risoluzione IMAX, sempre più utilizzate in tutti i suoi ultimi film.

Christopher Nolan

Lascia un commento