Fargo, recensione episodio 3×08: oltre l’inconfessabile

fargo

La fuga di Nikki e la decisione di Emmit Stussy, ormai al limite della sopportazione. Questo, e molto altro, nella recensione dell’episodio 3×08 di Fargo.

Fargo, recensione episodio 3×08: lo stimolo del riscatto personale

Perdere l’orientamento è un attimo, soprattutto quando si ha alle calcagna predatori mascherati da benefattori, lo strumento perfetto per un declino senza alcuna via di scampo. Tuttavia, negare l’evidenza serve a ben poco, anche perché non farebbe che perpetrare il malefico proposito di chi cavalca il malcontento altrui; ergo, non resta altro da fare che tentare di ricercare una via d’uscita, interiore o esteriore che sia, per provare quantomeno a salvare una parte della propria anima riscattandosi dalle turbolenze di un passato recente pieno zeppo di rimpianti.

Fuga a perdifiato dentro la salvezza

L’ottavo episodio della terza stagione di Fargo vede Nikki Swango inseguita dal manipolo di seguaci di V.M. Varga, un trittico stile Hotline Miami tanto pericoloso quanto letale disposto a tutto pur di eliminare ogni possibile traccia delle proprie malefatte. Il team-up improvviso – complice anche le manette – con una vecchia conoscenza degli spettatori dello show antologico permette alla bella galeotta di avere la meglio sul suo aguzzino in maniera drastica, quasi a voler lanciare un segnale ai diretti interessati convinti di poter sopraffare le proprie vittime uscendosene tranquillamente indisturbati.

Nonostante l’incomunicabilità di fondo e le ferite riportate durante la fuga tra i meandri innevati della flora continentale, i due detenuti raggiungono un bowling alquanto insolito, se non altro per la sua evidente collocazione fuori dal mondo.

La prospettiva della reincarnazione

I sospetti circa la veridicità di tale impianto son ben presto certificati dalla presenza di Paul Marrane, una sorta di individuo metafisico in netta contrapposizione con la vorace crudeltà di V.M. Varga. Focalizzandosi, infatti, proprio su quest’ultimo, il distinto signore intavola una discussione con Nikki relativa alle anime perdute e alla reincarnazione, un interessante soliloquio – con tanto di Ray felino al seguito – in cui la luce della speranza brilla maestosamente convincendo la ragazza a non crogiolarsi nel rimorso. Insomma, uno specchio soprannaturale votato alla salvezza o alla condanna, come Yuri ha modo di constatare quando Paul lo pone dinanzi alle anime seviziate dalle sue barbare tecniche sovietiche.

Una decisione inderogabile

Lo stallo professionale e emotivo frappostosi tra Emmit Stussy e Sy Feltz persegue la losca macchinazione di V.M. Varga: se da un lato manipola il business man con pillole, tranquillanti e rassicurazioni di facciata, dall’altro infligge al braccio destro della compagnia una lezione esemplare, frutto di uno shock tossico indotto capace di ridurlo in coma a tempo indefinito. Un duro colpo per Emmit, ormai preda delle allucinazioni e della paranoia, burattino senza fili e impossibilitato a dare una piega diversa al proprio destino. A meno che non ci sia un moto d’orgoglio interiore capace di condurlo da Gloria Burgle per confessare quanto accaduto sino ad ora.

Citazioni e montaggio dinamico

Con la puntata 3×08, Fargo si avvia alle battute finali mettendo a fuoco il senso di rivalsa dei protagonisti, afflitti dai loro sbagli (consapevoli o meno) e desiderosi di porvi rimedio al fine di raggiungere una netta rinascita spirituale, oltre che inequivocabile. E ciò sarebbe già tanto, visti e considerati i loro trascorsi sul filo del rasoio, un continuo tentativo equilibristico teso al ricongiungimento con un appagamento materiale privo di costrutto.

Le citazioni sparse ai film dei fratelli Coen – da Il grande Lebowski a Fratello, dove sei? – impreziosiscono il lavoro condotto da Noah Hawley seducendo il pubblico di turno con delle sequenze innovative caratterizzate da zoom, campi lunghi e piani sequenza ben strutturati, sia dal punto di vista estetico che tecnico. Inoltre, il comparto attoriale dà il meglio di sé sorreggendosi sulla magnifica interpretazione di Ray Wise, noto soprattutto ai fan di lungo corso di Twin Peaks.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi