Festival di Venezia, da First Man al film su Cucchi: ecco cosa è successo finora al Lido

Festival di Venezia 2018

La 75esima edizione del Festival di Venezia ha preso il via nella giornata del 29 agosto 2018, tra entusiasmo, star e polemiche.

Festival di Venezia 2018, sette minuti di applausi per Sulla mia Pelle

Come ogni anno, sul finire del mese di agosto, i riflettori internazionali si accendono sul Festival di Venezia. Quando la calda stagione sta per finire, alcuni tra gli attori e registi più amati del panorama mondiale, si riuniscono nel suggestivo Lido italiano, chiamati a presentare le opere che li vedranno protagonisti nei mesi a seguire. La stagione autunnale è infatti quella durante la quale nelle sale cinematografiche giungono tutti quei film che, nella maggior parte dei casi, concorreranno per Golden Globe e Oscar. Partita nella giornata di mercoledì 29 agosto, la 75esima edizione del Festival di Venezia ha già fatto discutere addetti ai lavori e non. Anche coloro che non hanno avuto la fortuna di ritrovarsi nel capoluogo friulano, hanno voluto dire la propria attraverso i social network, facendo rimbalzare vertiginosamente gli hashtag dedicati proprio alla mostra d’arte cinematografica.

A rompere il ghiaccio tra i film in concorso è stato First Man di Damien Chazelle. Il regista di Whiplash e La La Land, è tornato a collaborare con l’attore Ryan Gosling, protagonista del suo ultimo lavoro al fianco di Claire Foy, nota soprattutto per il ruolo della regina Elisabetta nella serie tv The Crown e pronta a riportare al cinema il personaggio di Lisbeth Salander attraverso il film Quello che non uccide. Nel caso di First Man, Ryan Gosling interpreta l’astronauta Neil Armstrong e l’obiettivo del regista non è soltanto quello di narrare, con scelte musicali e di regia che ne rappresentano al meglio l’inconfondibile stile, le imprese pubbliche dell’astronauta ma anche (e soprattutto) la vita privata e le sue relative solitudini. Tutta la “squadra” del film si è riunita sul red carpet del Festival di Venezia:

Ma se First Man non ha fatto altro che alimentare l’entusiasmo dei cinefili di tutto il mondo, nella prima giornata del Festival di Venezia un altro film ha invece acceso le polemiche, soprattutto sui social. Stiamo parlando di Sulla mia Pelle. L’opera, diretta da Alessio Cremonini, racconta infatti gli ultimi sette giorni di vita di Stefano Cucchi, giovane ucciso nel 2009 durante la custodia cautelare nel carcere di Regina Coeli. Se già il caso di cronaca in sé non ha mai lasciato indifferenti i cosiddetti “leoni da tastiera”, il fatto che su Cucchi sia stato fatto addirittura un film, ha fatto sì che sui social venissero scritte critiche e giudizi negativi. Ciò che sicuramente rimarrà negli occhi e nei cuori dei tantissimi presenti durante la première del film (seguita da sette minuti di applausi), è l’incontro tra Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, e l’attore Alessandro Borghi, protagonista del film. Ilaria Cucchi, dal canto suo, ha lanciato una “sfida” al ministro Salvini, presente al Lido insieme alla compagna Elisa Isoardi.

Grande interesse ha poi suscitato The Other Side of the Wind, l’opera che Orson Welles riuscì a montare soltanto in parte, conclusa negli ultimi anni e distribuita nei prossimi giorni da Netflix.

Nella seconda giornata del Festival di Venezia l’attenzione sarà tutta rivolta verso Roma di Alfonso Cuaron e The Favourite di Yorgos Lanthimos con Emma Stone, sicuramente la star più attesa del 30 agosto, avvistata proprio in queste ore:

(Crediti della foto in evidenza: Universal Pictures)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi