Game of Thrones, recensione episodio 7×05: l’unione fa la forza

Game of Thrones 7x05

A due episodi dalla fine di Game of Thrones 7, ecco la nostra recensione del quinto episodio, Eastwatch, che vede la formazione di una speciale “squad”.

Game of Thrones, tutti uniti contro un nemico comune

Si avvicina sempre più il finale della settima stagione di Game of Thrones. E, come se non fosse già abbastanza difficile accettarne la riduzione a soli sette episodi, negli ultimi giorni i cosiddetti “leak” non hanno aiutato affatto, facendoci galoppare a gran velocità verso la chiusura di quello che, in teoria, rappresenta il penultimo ciclo di episodi della serie tv fantasy più amata di sempre.

La scorsa settimana avevamo lasciato i nostri “eroi” alle prese con uno scontro il cui livello di epicità non si vedeva dai tempi della battaglia dei bastardi. Daenerys, la cui salita al trono ha ormai una quota più bassa di quella relativa alla vittoria del Real Madrid contro il Cittadella, sembra ormai decisa a far inginocchiare ogni essere vivente che attualmente consuma ossigeno nei continenti Essos e Westeros, proseguendo a passi veloci la propria marcia verso la conquista della tanto agognata seduta di ferro.

Cersei, dal canto suo, ha tirato troppo la corda, provocando l’ira funesta della bionda interpretata da Emilia Clarke. Ma se a livello recitativo la regina di Approdo del Re non ha nulla da invidiare alla Madre dei Draghi, sul campo di battaglia sembra non esserci storia, e niente han potuto le armate Lannister ed il prode Jamie contro la maestosa potenza di Drogon.

Jon Snow conquista la fiducia di Drogon… e di Daenerys

Nel quinto episodio di Game of Thrones, proprio il tenero figlio di Khaleesi si è “prostrato” di fronte a Jon Snow, permettendo al bastardo Stark di poggiare la propria mano sulla sua faccia, accogliendo la sua carezza con un sorriso smagliante.

Game of Thrones 7x05

E se è vero che generalmente Jon Snow “non sa niente”, c’è da ammettere che invece il Re del Nord sa molto bene come conquistare una donna e, tra sintomatico mistero e perle di saggezza, sembra essere ormai destinato ad entrare nel profondo del cuore targaryano.

Analizzando quanto andato in onda finora, c’è da dire che forse qualcosa in più ci si aspettava dalla reunion Stark, senz’altro uno dei momenti più attesi dai numerosi fan di Game of Thrones. L’inverno è ormai arrivato, chiunque li ha traditi ed i loro genitori han perso letteralmente la testa, segnando in maniera indelebile le loro innocenti anime, ma un sorriso o una lacrima in più al momento del ricongiungimento ce lo aspettavamo tutti, soprattutto Sansa che di certo non ha passato momenti più piacevoli rispetto ai suoi fratellini.

Bran, considerato come uno dei personaggi meno empatici di sempre, rappresenta di certo un elemento essenziale per la fase finale di Game of Thrones. Proprio lui ha infatti potuto informare Jon Snow di quanto acquisito attraverso le sue visioni, ovvero l’inarrestabile avanzamento dei non morti, ormai giunti ai piedi della Barriera.

I colpi di scena tardano ad arrivare

Negli scorsi mesi avevamo già anticipato quanto in realtà, nella quinta stagione di Game of Thrones, a prendere forma sia semplicemente lo scacchiere bellico di cui abbiam parlato alcuni articoli fa e che, dunque, la battaglia finale tra Estranei e “Vivi”, prenderà forma nella stagione finale della serie tv.

Ecco quindi che negli episodi che verranno trasmessi da qui alla fine dell’estate, a dominare la scena sarà l’improbabile “squad” che nelle ultime ore ha fatto entusiasmare tutti i fan della serie tv, ovvero quella composta dal Mastino, Tormund, Jon Snow, Gendry, Jorah e la Fratellanza senza Vessilli. Questi, con la benedizione di Daenerys, sono ormai decisi ad oltrepassare la Barriera, ma tutto sembra preannunciare una mossa machiavellica da parte di Cersei, la cui gravidanza non sembra affatto in grado di addolcire i suoi diabolici piani. La Regina, sostenuta dal suo amato Jamie, sembra infatti intenzionata ad accettare solo per finta l’armistizio di Daenerys, organizzando così un attacco quando i suoi avversari saranno concentrati esclusivamente sul pericolo dei non morti.

Come tutti ormai ben sapranno, Game of Thrones continua a concentrare eventuali “colpi di scena” nella fase finale dei propri episodi e, più in generale, delle proprie stagioni. Anche nel quinto episodio ci siamo ritrovati, in dirittura d’arrivo, a conoscere i subdoli piani di Ditocorto. Venuto in possesso del messaggio che, molto tempo prima, Sansa fu costretta a scrivere a suo fratello Robb, chiedendone l’arresa contro i Lannister, Lord Baelish è riuscito a far finire il pezzo di carta nelle mani di Arya, alimentando la propria intenzione di mettere contro le giovani sorelle Stark: ci riuscirà?

Lannister, i loro debiti hanno un prezzo troppo alto

Di certo, quella degli Estranei rappresenta una minaccia troppo grande per poter continuare a perdere tempo con “scaramucce” di qualsiasi tipo. Solo una “bambina” viziata come Cersei sembra talmente accecata dalla propria brama di vendetta da non rendersi conto di quanto effimero possa essere il suo odio sconsiderato verso tutto e tutti.

Questo potrebbe costare molto caro al personaggio interpretato al meglio da Lena Headey, la quale meriterebbe un premio anche solo per la sua capacità di incurvare le sopracciglia per sottolineare i propri disappunti. Non sono infatti poche le persone pronte a scommettere che proprio lei sarà la “big star” destinata ad abbandonare la serie tv entro la fine della quinta stagione.

Per scoprire come si evolverà il filone narrativo di Game of Thrones, non ci resta che attendere poco meno di quarantotto ore, quando cioè su Sky Atlantic verrà trasmesso l’episodio Beyond the Wall, il quale sembra preannunciare un primo approccio della “squad” con gli Estranei, sempre più avanzati. Per ingannare l’attesa, vi lasciamo con il promo della puntata:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi