Giornata contro la violenza sulle donne 2017: 10 film che celebrano la forza al femminile

Giornata contro la violenza sulle donne Film

Il 25 novembre 2017 ricorre la Giornata contro la violenza sulle donne. In questo articolo abbiamo raccolto 10 film che celebrano la forza femminile.

Giornata contro la violenza sulle donne 2017, un’occasione per dire “basta” al femminicidio

Tra poche ore, in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, televisioni, giornali e social network saranno invasi da messaggi volti a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza contro le donne. Ogni giorno, i telegiornali ci informano di un nuovo, terribile omicidio perpetrato ai danni di una donna, e questo riguarda bambine, ragazze e donne di ogni età. Talmente tanto le nostre orecchie si sono abituate a sentir dire “donna sgozzata”, “donna fatta a pezzi”, “donna sfigurata con l’acido”, che quasi diventiamo tristemente indifferenti a questi ricorrenti fatti di cronaca.

Clint Eastwood: ben due tra i suoi film hanno raccontato di donne incapaci di arrendersi

Il cinema, a tal proposito, ha di certo contribuito a sensibilizzare il grande pubblico sulla considerazione generale che si ha delle donne. Film e serie tv hanno permesso di conoscere protagoniste indipendenti ed emancipate, pronte ad affrontare la propria vita senza il bisogno di essere salvate da un Principe azzurro. Ne abbiamo riuniti dieci in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne: scopriamoli insieme!

Giornata contro la violenza sulle donne FilmErin Brockovich: il film di Steven Soderbergh ha aperto al meglio il nuovo millennio cinematografico. Era infatti il 2000 quando sul grande schermo faceva capolino Julia Roberts che, attraverso un’ineccepibile performance interpretativa, puntava dritta al suo primo (ed unico) Premio Oscar come Miglior Attrice Protagonista. Condannata a vivere in maniera precaria attraverso un umile lavoro da segretaria in uno studio legale, la protagonista riesce a svelare la verità nascosta dietro lo scandalo della Pacific Gas and Electric Company;

Changeling: diretto da Clint Eastwood, il film ha acceso i riflettori sulla drammatica storia di Christine Collins, interpretata magistralmente da Angelina Jolie. Una donna estremamente forte, capace di affrontare terribile il dolore per la scomparsa del suo unico figlio. Grazie al suo coraggio, alla tenacia e alla capacità di affrontare l’esperienza in manicomio, la verità viene finalmente a galla, mettendo a tacere il giudizio dell’opinione pubblica e le bugie della polizia americana.

Million Dollar Baby: in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, segnaliamo un altro film di Clint Eastwood. Questa volta il regista porta sul grande schermo la storia di una piccola, grande donna: Margaret Fitzgerald. Lei, decisa ad allenarsi per diventare una professionista, si sente costantemente scoraggiata dalle parole di Frankie: i due sono interpretati rispettivamente da Hillary Swank e dallo stesso Clint Eastwood. Trovandosi di fronte una donna tenace e piena di grinta, l’uomo non può far altro che sostenerla ed allenarla in quel cammino che la porterà ad essere una delle maggiori campionesse a livello internazionale.

Nella storia e nello spazio: la forza delle donne sul grande schermo

Alien: cambiamo totalmente genere e decennio, parlando del capolavoro sci-fi del 1979. Il film diretto da Ridley Scott vede protagonista una giovane ma già immensa Sigourney Weaver. Lei, con la sua forza ed il suo coraggio, ha saputo superare tutte le avversità presenti all’interno del film, sdoganando il tabù per cui, al cinema, gli “eroi” debbano essere per forza interpreti da uomini.

Giornata contro la violenza sulle donne FilmAgorà: è del 2009 il film diretto da Alejandro Amenabar. Attraverso l’opera cinematografica conosciamo la storia di Ipazia: matematica, astronoma e filosofa greca-alessandrina. La sua mente ha portato ad importanti scoperte scientifiche ed astronomiche ma, in quanto donna decisa a non tradire le proprie idee, è stata lapidata e uccisa perché il suo agire andava contro la “moralità” resa nota da San Paolo nelle sue lettere. Viene definita ancora oggi come una vera e propria “martire della libertà del pensiero”;

Kill Bill: proprio oggi l’attrice protagonista del film ha denunciato pubblicamente Harvey Weinstein, aggiungendo il proprio nome alla lunga lista di donne molestate dal produttore statunitense. Le sue parole condivise sui social “sono felice che tutto stia avvenendo a rilento, non ti meriti neanche un proiettile“, racchiude al meglio lo spirito che ha rappresentato il suo personaggio nella saga diretta da Quentin Tarantino.

Da Margaret Thatcher a Elisabetta I e Jacqueline Kennedy: quando la storia è donna

The Iron Lady: “Con tutto il rispetto generale, ho dovuto combattere sempre, ogni santo giorno della mia vita, e sono stata sottovalutata da molti uomini in passato“: con queste parole Margaret Thatcher si rivolse ad Alexander Haig. Interpretata magistralmente da Meryl Streep, che proprio con questo film vinse l’Oscar nel 2012, la politica britannica ha dimostrato al mondo intero quanto, in fondo, non fosse così impossibile immaginare (e vedere) una donna sola al comando;

Elizabethsul finire degli anni novanta, un’altra maestosa attrice portava sul grande schermo una donna straordinaria. Ci riferiamo a Cate Blanchett che nel film diretto da Shekhar Kapur prestava volto, cuore e tenacia alla regina britannica. Una donna passionaria, sola al comando, capace di garantire al proprio regno un lungo periodo di pace e prosperità;

Giornata contro la violenza sulle donne FilmJackie: l’opera diretta da Pablo Larraìn è valsa a Natalie Portman la candidatura all’Oscar come Miglior Attrice Protagonista. Un’interpretazione eccelsa che ha certamente reso giustizia alla figura di Jacqueline Bouvier. Il film ci mostra la cruciale fase che, nel 1963, succedette il terribile assassinio di John F. Kennedy. In quei momenti, la first lady dimostrò una forza ed un controllo emotivo degno di tutte quelle donne che hanno fatto la storia del ‘900.

Thelma & Louise: non possiamo che chiudere la nostra lista con il film diretto da Ridley Scott. Il regista, al pari del collega Clint Eastwood, non ha mai perso l’occasione di raccontare la forza delle donne. In questo caso, protagoniste della pellicola on the road, sono Susan Sarandon e Geena Davis. Le due “fuggiasche”, a corto di soldi e senza una meta ben precisa, affrontano una lunga serie di imprevisti, riuscendo sempre a venirne fuori, in un modo o nell’altro. Ben oltre il confine tra bene e male, tra giusto e sbagliato, le due sono arrivate a sentirsi finalmente libere e felici.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi