Gli Incredibili 2: la recensione del ritorno degli incredibili di Brad Bird

Gli Incredibili 2

Con Gli Incredibili 2 tornano le avventure della super famiglia Pixar che, sempre diretti da Brad Bird, non sono invecchiati di un giorno.

Gli incredibili 2 e la rivalsa del diverso

I film di supereroi sono sempre stati un’interessante metodo di analisi del diverso e di come esso viene trattato e lasciato ai margini della società. Basti pensare agli X-Men, probabilmente l’apoteosi della caccia al diverso e, per questo, porta molti punti in comune con Gli Incredibili.

Ormai 14 anni fa avevamo lasciato la super-famiglia Parr alle prese con Il Minatore e oggi, 14 anni dopo, riprendiamo le loro avventure esattamente da quel punto. Dopo essersi fatti sfuggire Il Minatore e aver recato incredibili danni alla città, i supereroi vengono ancor più visti come una minaccia piuttosto che come una salvezza. Ormai costretti ad agire nell’ombra dell’illegalità, Siberius viene contattato da un’organizzazione che si è prefissa lo scopo di riportare ai fasti di un tempo il mondo dei supereroi. Anche Mr. Incredibile ed Elastigirl si uniscono all’organizzazione e quest’ultima viene usata come punto di partenza per far riacquistare alla popolazione la fiducia verso i supereroi. Nell’attesa Mr. Incredibile/Bob deve occuparsi della sua famiglia, quando scopre che anche il piccolo Jack-Jack ha dei superpoteri… e ne ha molti.

Il film è incredibile come la famiglia protagonista, a 14 anni di distanza sembra non essere invecchiata di un solo giorno. La perizia tecnica della Pixar, spesso al limite dell’ossessivo, aumenta di film in film, donandoci delle immagini stupefacenti. Se si presta attenzione si possono scorgere anche i pelucchi delle magliette di Mr. Fantastic che si muovono come se fossero reali.

Inoltre, l’opera in sé è spettacolare nelle scene d’azione, sempre ben dosate e mai esagerate. Un film, questo, che sa essere serio quando deve, movimentato al momento giusto e capace di far fare grandi risate senza risultare ridondante. Il giusto mix capace di intrattenere il pubblico di qualsiasi età.

I tratti distintivi del primo film non sono delusi ma sono, anzi, ancor più esaltati e i discorsi in sottotesto sono ancor più approfonditi. La figura di Bob, padre di famiglia forte e possente, agguerrito e bruto, che si erge come maschio alpha, nel primo film effettua un percorso di crescita portandolo ad una nuova figura di uomo, non più alpha, ma, potremmo dire, beta, comprendendo che non può affrontare sempre tutto da solo senza famiglia né amici. In questo secondo film tale sottotesto è approfondito maggiormente, quando Bob si ritrova a dover mettere da parte il suo essere Mr. Incredibile, per prendere le redini della famiglia mentre la moglie Elastigirl/Helen lavora. Abbiamo quindi un evidente ribaltamento della famiglia intesa come uomo lavoratore e donna casalinga, ormai finalmente lasciato alle spalle poiché facente parte di una mentalità troppo arretrata per i tempi d’oggi. Una mentalità che nel profondo appartiene a Bob, ma che è costretto ad opprimere e ad accettare la nuova situazione.

La donna è, finalmente, al centro dell’azione. Qui la supereroina è elevata a status di salvatrice sia della propria famiglia che del mondo dei supereroi. In un momento storico come quello attuale, soprattutto nel mondo della settima arte con i recenti scandali, porre una figura femminile come salvatrice della situazione, mettendo l’uomo in un contesto che fino ad allora era stato riservato alle donne, è una presa di posizione forte ed audace, ciò di cui il cinema aveva bisogno. Come la Beatrix di Kill Bill o dell’amazzone Wonder Woman, anche Helen si è ritagliata il suo spazio in un mondo che apparentemente non è disegnato per lei, ma lo fa alla grande!

In ultimo, ma non meno importante, osserviamo una società che non riesce ad accettare il diverso, dal quale è anzi spaventato a morte, tanto da bandirlo, mettendo fuorilegge ogni supereroe. Anche questo sottotesto è incredibilmente attuale, in una società mondiale che spesso disprezza il diverso, lasciandolo al proprio destino senza il minimo aiuto, o ergendo muri per allontanarlo.

Gli Incredibili 2 è una ventata di aria fresca, un film per ogni età che fa ridere e riflettere, con scene spettacolari e trovate geniali, scritto e diretto nel migliore dei modi. Dal 19 settembre uscirà in tutti i cinema italiani e vi consigliamo caldamente di andare a vederlo in sala.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi