Happy!, la trama: una seconda stagione per la serie TV tratta dalla graphic novel di Grant Morrison

happy

Annunciata la lavorazione di una seconda stagione per Happy!, l’adattamento televisivo dell’esplosiva graphic novel di Grant Morrison.

Happy!, una graphic novel contro i perbenismi

L’aura di potenza ed innovazione di cui si fa portatore Grant Morrison è un qualcosa che esula dalle mere classificazioni artistiche. Il suo curriculum, pressoché sterminato, contiene il germe del ribaltamento canonico, un vademecum capace di dare nuova linfa a personaggi come Batman, Superman e gli X-Men. Tuttavia, è con le sue produzioni originali che ha quasi sempre dato il meglio di sé; e fra queste, non può certo mancare Happy!, disegnata da Darick Robertson ed edita, in Italia, da Bao Publishing.

La trama di questa salace graphic novel si fa beffe del politically correct e propone una storia decisamente sui generis. Nick Sax è un ex poliziotto che ha intrapreso la strada del killer su commissione. I suoi molteplici vizi lo rendono una persona da evitare e poco affidabile, sebbene la sua dedizione “a pagamento” sia sinonimo di successo. Quando, però, un caso lo pone a un passo dalla morte, ecco che spunta Happy, un unicorno alato immaginario pronto ad investirlo con la sua disturbante positività.

Una seconda stagione per la serie TV trasmessa da SyFy

Visto e considerato l’incredibile riscontro per il primo arco narrativo della serie TV tratta da Happy!, SyFy ha annunciato la messa in cantiere di una seconda stagione interpretata – e non potrebbe essere altrimenti – dall’istrionico Christopher Meloni. Chris McCumber, presidente di NBCUniversal Cable Entertainment, ha commentato la notizia dichiarando che la prossima season sarà ancora più folle, mantenendo così inalterato uno dei marchi di fabbrica di una produzione televisiva di notevole spessore mediatico.

The following two tabs change content below.

Giorgio Longobardi

Multitasking addicted e formatore professionale. Divoratore di film, serie TV, anime e fumetti. Utopista, cultore del libero pensiero e grande appassionato di sport: tra i suoi sogni, quello di realizzare un gol in Premier League.

Lascia un commento