Harrison Ford compie oggi 76 anni ed è sempre un mito: i suoi 5 ruoli indimenticabili

Harrison Ford

Da Star Wars a Indiana Jones, Harrison Ford ha recitato in film che, nella maggior parte dei casi, sono diventati cult intramontabili. Compie oggi 76 anni e non smette ancora di stupirci.

I 76 anni di Harrison Ford, volto di personaggi indimenticabili

Harrison Ford nacque 76 anni fa a Chicago e dall’età di 24 anni, quando recitò nel suo primo film in assoluto Alle donne piace ladro, è entrato nel mondo del cinema diventando, man mano, uno degli attori più bravi e ricercati del panorama hollywoodiano, lavorando con registi del calibro di Antonioni e Spielberg. L’ormai mostro sacro della recitazione divenne carpentiere per mantenere la sua famiglia, fino al successo arrivato con American Graffiti di George Lucas e la definitiva consacrazione col suo primo ruolo immortale: Ian Solo in Star Wars (di cui è da poco uscito lo spin-off Solo: A Star Wars Story, di Ron Howard). Di lì in poi è stata una strada in discesa, nella quale ha vestito i panni di Indiana Jones per Spielberg e quelli di Rick Deckard per Ridley Scott, lavorando inoltre con Polanski (Frantic), Peter Weir (Witness) e tanti altri.

Dal carattere irriverente e sempre con la battuta pronta, l’attore continua a tirare fuori performance degne di nota, dando l’impressione che per lui il tempo non passi mai. Vediamo insieme le interpretazioni migliori dell’eterno giovane Harrison Ford:

Rick Deckard in Blade Runner

Harrison Ford

Il cacciatore di taglie Rick Deckard richiamato per andare a dare la caccia ai replicanti impazziti, è probabilmente il primo grande ruolo da protagonista assoluto per Harrison Ford, il quale ci ha donato un’interpretazione che è rimasta nella storia e lì rimarrà per sempre, immortale.

Un mondo futuristico e distopico in cui si destreggia un inizialmente ingenuo Deckard, fino alla scoperta della cruda verità. Un film da vedere e rivedere, una vera opera d’arte la cui ciliegina sulla torta è il bellissimo (e a quanto dicono, improvvisato) monologo di Rutger Hauer.

Indiana Jones

indiana jones

La saga di Indiana Jones è una delle più belle e famose della storia del cinema, capace di creare un personaggio che ormai fa parte della cultura di massa, e lo sarà per sempre. I 4 film, anche se è in cantiere un quinto capitolo, narrano le gesta del professor Indiana Jones, il quale un giorno è un professore universitario di storia e archeologia, e un altro è un impavido avventuriero sempre in pericolo di morte, con la sola paura dei serpenti.

Tra misteri antichi, culture perdute e alieni, Indy ha sempre saputo affrontare ogni avventura. La saga, diretta dal sempreverde Steven Spielberg, vede come solo e unico protagonista Harrison Ford che, dall’età di 39 anni quando recitò in I predatori dell’arca perduta, fino ai 66 anni, quando prese parte all’ultimo (per ora) capitolo della saga, ha sempre saputo affrontare corse incredibili e acrobazie funamboliche.

Una saga che, come lui, non invecchia mai.

 

Han Solo in Star Wars

Harrison Ford

Nel lontano 1977 debuttava nelle sale cinematografiche il primo capitolo (che in realtà è il quarto) di una delle saghe che, nel bene o nel male, hanno rivoluzionato il mondo della settima arte e che, ad oggi, risulta essere una delle più amate e seguite dai propri fan, di generazione in generazione. Guerre stellari uscì nelle sale americane ed ebbe da subito un successo colossale ed ineguagliabile.

Un giovane Harrison Ford interpretava il grande Han Solo al fianco del fidato Chewbecca e probabilmente non era consapevole del fatto che quell’interpretazione l’avrebbe “perseguitato” fino ad oggi. Un urlo si alza nella sala cinematografica quando nel settimo episodio della saga (Il risveglio della forza, del 2017, diretto da J. J. Abrams), entra in scena un giovane vecchio Han Solo che, certo, fa fatica a correre e a sparare, non è più scattante come un tempo. Ma chi se ne frega!

Il dottor Richard Kimble ne Il fuggitivo

Il dottor Richard Kimble torna a casa e trova la moglie morta, a terra e col cranio fracassato. Prova a fermare l’assassino, ma non ci riesce. Quello che ancora non sa è che di lì a poco verrà indicato come colpevole dell’omicidio della moglie e condannato a morte.

Inizia quindi la corsa verso la verità del dottor Kimble e la corsa verso un’altra grande interpretazione di Harrison Ford, qui accompagnato da Tommy Lee Jones vincitore di un Oscar come miglior attore non protagonista per questo film.

La memorabile scena del treno è solo un’altra delle tante scene cult che ci sono state regalate da questo attore, capace di stupire in ogni film di ogni genere.

Il detective John Book in Witness – Il testimone

La sua prima (e finora unica) nomination all’Oscar come miglior attore protagonista è dovuta a questa splendida interpretazione nel tesissimo thriller di Peter Weir. La storia del detective John Book che deve proteggere una madre col figlio piccolo, involontario testimone di un omicidio commesso da dei poliziotti, è magistralmente interpretata e portata avanti da un Harrison Ford, probabilmente alla sua miglior prova attoriale, sotto il vigile e esperto occhio di Peter Weir.

Molte altre sarebbero le interpretazioni da citare, come Frantic di Roman Polanski o Le verità nascoste di Robert Zemeckis, tutte punte di diamante in una carriera che, a quanto pare, non cessa di stupire e regalare grandi successi, come il già citato Risveglio della forza, o Blade Runner 2049 di Denis Villenueve.

Non ci resta altro che fare ancora una volta tanti auguri di buon compleanno al grande Harrison Ford, un mito che non passa mai di moda.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi