Hotel Gagarin, arriva al cinema il film con Claudio Amendola e Luca Argentero

Hotel Gagarin film 2018

Simone Spada si prepara per portare al cinema il suo nuovo film, Hotel Gagarin. A guidare il cast dell’opera saranno Claudio Amendola, Luca Argentero e Giuseppe Battiston.

L’Hotel Gagarin al centro del film diretto da Simone Spad

Per anni lo abbiamo visto impegnato con le maggiori realtà cinematografiche italiane, per film come Non Essere Cattivo e Lo Chiamavano Jeeg Robot. Adesso, Simone Spada torna al cinema nel ruolo di regista per il film Hotel Gagarin che arriva sul grande schermo a sei anni di distanza dal suo ultimo lavoro, Maìn – La casa della felicità.

Nato da una produzione targata Lotus Production e Rai Cinema, il film vedrà protagonisti volti molto noti del cinema italiano, a cominciare da Claudio Amendola e Luca Argentero. I due tornano così a recitare insieme dopo Il Permesso – 48 ore fuori, diretto dallo stesso Amendola. Per Hotel Gagarin, a loro si aggiungeranno anche Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova, Silvia D’Amico, Caterina Shulha e Philippe Leroy.

Hotel Gagarin film 2018

Il film sarà distribuito da Altre Storie a partire dal 24 maggio 2018 e racconterà le gesta di cinque italiani, spediti in Armenia per girare un film. Il gruppo non avrà neanche il tempo di arrivare a destinazione che si ritroverà senza soldi, portati via dal produttore, scappato col bottino. I protagonisti si ritroveranno così abbandonati all’interno dell’Hotel Gagarin che presta il nome all’opera cinematografica.

Qui, isolati e circondati dalla neve, daranno vita ad una serie di esilaranti gag, attraverso cui vivranno un’esperienza a dir poco indimenticabile, fatta di nuove consapevolezze, di cinema e di sogni.

The following two tabs change content below.

Patrizia Monaco

Amante della bella musica, della buona politica e dell'impegno sociale, continua giorno dopo giorno a coltivare la propria passione per il cinema, muovendosi tra i più svariati ambiti della comunicazione. Affronta le indecisioni della vita chiedendosi "Cosa farebbe Ellen Ripley?", sicura così di non sbagliare mai.

Lascia un commento