Il Mistero della Casa del Tempo: recensione del film con Cate Blanchett e Jack Black

Il mistero della casa del tempo film 2018

Presentato alla Festa del Cinema di Roma 2018, Il Mistero della Casa del Tempo vede protagonisti Cate Blanchett e Jack Black.

Il Mistero della Casa del Tempo, Eli Roth alla regia del fantasy

Dopo essere rimasto orfano in seguito a un incidente, il piccolo e strambo Lewis Barnavelt (Owen Vaccaro) si trasferisce dallo zio Jonathan (Jack Black) in una misteriosa dimora di una noiosa cittadina del Michigan. Stravagante suonatore di free jazz lo zio, che Lewis non ha mai incontrato fino a quel momento, si rivela in realtà un potente stregone che con l’aiuto della sua fedele amica Mrs Zimmerman (Cate Blanchett), strega anch’essa, sta cercando di venire a capo di un incantesimo che il suo malvagio rivale Isaac Izard ha lanciato prima di morire. Mentre i rintocchi di un orologio nascosto nelle mura della casa scandiscono il tempo, i tre vengono coinvolti nella missione di sconfiggere il mago Izard che Lewis ha accidentalmente riportato in vita

Lasciamoci alle spalle il Roth splatter e sperimentale di Hostel e Cabin Fever, con Il mistero della casa del tempo, il regista entra definitivamente nel circuito mainstream cimentandosi in un prodotto fantasy per famiglie che strizza l’occhio a Chris Columbus e Joe Dante, passando attraverso le ambientazioni gotiche di Tim Burton e in generale, ispirandosi alla narrativa horror per ragazzi. Il film del resto è l’adattamento di La pendola magica, primo capitolo della serie di bestseller adolescenziali scritti da John Bellairs e illustrati da Edward Goreynel a partire dal 1973. E non a caso a vestire gli eccentrici panni dello zio Jonathan c’è Jack Black, interprete di R.L. Stine in un’altra fortunata serie (televisiva) per ragazzi Piccoli brividi.

Divertimento, giusta dose di paura e un pizzico di nostalgia. Queste le parole d’ordine del regista Roth e dello sceneggiatore Eric Kripke (Supernatural) che mettendo su un racconto di formazione per giovani spettatori, rientrano pienamente nella tradizione della Amblin Entertainment, da cui il film è prodotto. Tradizione che viene ricalcata ulteriormente dall’ambientazione. Siamo infatti negli anni Cinquanta, decennio spesso preso a prestito dai classici film per ragazzi realizzati tra gli anni Settanta e Ottanta.

Quello che viene fuori è una sorta di meccanismo di nostalgia nella nostalgia – tutta cinematografica certo – in cui la sottotrama, il trauma post Seconda Guerra Mondiale, è utilizzata soltanto per giustificare la malvagità del mago Izard. Una nostalgia che può spiegare anche l’uso, in alcuni momenti (la scena dello scontro finale con il cattivo per esempio), di effetti speciali visibilmente mal riusciti, messi su come a voler ricreare quell’effetto sporco alla Corman da cui il cinema horror-adolescenziale ha origine. Difatti il film non perde mai di vista il suo target di riferimento e attraverso una narrazione semplice e lineare si dimestica tra incantesimi e libri volanti, poltrone scodinzolanti e siepi con problemi di incontinenza. Il tutto accompagnato dalla morale di fondo, quella della famiglia e dell’accettazione della propria stranezza agli occhi degli altri, grazie alla quale Lewis può finalmente diventare “indomito” come l’eroe della sua serie tv preferita.

Se dal punto di vista narrativo il film non si sbilancia, l’eccesso si trasla tutto sul piano visivo, grazie a un uso estremamente vivace del colore e su quello interpretativo, dall’accoppiata inusuale quanto godibile del burlone Jack Black e della splendida Cate Blanchett. Questa scelta di attori, senza dimenticare Kyle MacLachlan (che in vesti diaboliche fa sempre un certo effetto), si rivela senz’altro prolifica proprio per il gioco di contrasti che si viene a creare tra l’esuberante mimica di Black e la composta e agile eleganza della Blanchett che ci regalano una serie di scenette molto esilaranti.

In sostanza, Il mistero della casa del tempo rimane un prodotto destinato al pubblico più giovane, che di certo ne apprezzerà la data di uscirà in Italia, prevista proprio per il giorno di Halloween.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi