Jessica Chastain, Star of the Week: il talento camaleontico di una femminista convinta

Jessica Chastain

Nelle sale in questi giorni con Molly’s Game, Jessica Chastain rappresenta ormai una delle attrici più apprezzate e richieste di Hollywood. Ripercorriamo la sua decennale carriera ed i ruoli che l’hanno resa grande tra le grandi.

Jessica Chastain, impegno e dedizione tra cinema e sociale

In questi giorni la troviamo nelle sale con il film Molly’s Game ma qual è stato il percorso che ha portato Jessica Chastain a diventare una tra le attrici più apprezzate di Hollywood?

Arrivata lo scorso anno a spegnere quaranta candeline, l’attrice statunitense vanta una carriera decennale durante la quale ha saputo dimostrare tutta la versatilità del proprio talento. Era infatti il 2008 quando esordiva sul grande schermo con Jolene, film drammatico in cui, sotto la direzione di Dan Ireland, la Chastain ricopriva il ruolo di assoluta protagonista. Un’interpretazione che le è valso il premio alla miglior attrice al Seattle International Film Festival e che ha acceso su di lei i riflettori mondiali. Infatti, già in quel momento, pubblico ma soprattutto critica avevano ben compreso di trovarsi di fronte ad un’attrice destinata a far parlare di sé ancora per lungo tempo.

Possiamo definire come “l’anno della svolta” il 2011. In quei 365 giorni sono infatti arrivati al cinema due film che hanno definitivamente condotto Jessica Chastain nell’olimpo hollywoodiano. Ci riferiamo a The Tree of Life e The Help. I registi Terrence Malick e Tate Taylor hanno affidato all’attrice due ruoli molto diversi ma ugualmente capace di evidenziarne il talento camaleontico. Profonda ed enigmatica nel primo caso, più svampita ed eccentrica nel secondo, il risultato è stato comunque lo stesso: acclamata dalla critica e ricoperta di riconoscimenti nei maggiori festival internazionali. Da sottolineare la prima candidatura all’Oscar come Miglior Attrice non protagonista.

Jessica Chastain

Una volta abbandonato il genere drammatico, Jessica Chastain viene “arruolata” da Kathryn Bigelow per un ruolo ben più poderoso. Proprio lei ha infatti prestato volto e voce a Maya Lambert, agente della CIA impegnata nell’operazione che portò all’uccisione di Osama Bin Laden. Il film in questione è Zero Dark Thirty e chissà che non sia stato proprio l’incontro con la regista statunitense a spingere Jessica Chastain ad impegnarsi nell’ambito della lotta per la parità dei diritti tra uomini e donne ad Hollywood. Il film della Bigelow le valse la seconda candidatura all’Oscar e la vittoria del Golden Globe alla Miglior Attrice in un’opera drammatica.

Nel 2014 inizia una serie fortunata di film che vedono Jessica Chastain diretta da altri grandi registi della scena mondiale. Ricordiamo, ad esempio, Interstellar di Christopher Nolan, Crimson Peak di Guillermo del Toro e The Martian di Ridley Scott. Un’attrice “spaziale” che piace sempre più al pubblico e convince anno dopo anno la critica internazionale. Non solo talento ma anche un’umanità ed una sensibilità che traspaiono dagli occhi di Jessica Chastain, non certo esente da grandi drammi che hanno caratterizzato la sua esistenza. Su tutti, il suicidio di sua sorella che l’ha spinta ad impegnarsi in ambito sociale, dando grande sostegno alla To Write Love on Her Arms, organizzazione che aiuta giovani o meno giovani ad affrontare la propria depressione, le insicurezze ed il bullismo scolastico.

Ritornando a parlare del suo percorso cinematografico, tra il 2016 ed il 2017 Jessica Chastain ha portato sul grande schermo due donne ambiziose e astute, pronte a tutto per ottenere un riscatto personale raggiungendo i propri obiettivi e mettere in atto una vera e propria scalata sociale. I film in questione sono Miss Sloane e Molly’s Game (nelle sale dal 19 aprile), diretti rispettivamente da John Madden e Aaron Sorkin. Nel mezzo, vi è stata poi l’uscita de La Signora dello Zoo di Varsavia, opera diretta da Niki Caro che ha riportato Jessica Chastain a prestare il proprio talento al genere drammatico.

Insomma, dieci anni intensi ed una carriera ricca e variegata, per una stella hollywoodiana destinata a brillare ancora a lungo. Non rimane che dare via il countdown che ci porterà a vedere Jessica Chastain impegnata in un film horror, ovvero il secondo capitolo di IT che la vedrà protagonista nei panni di Beverly Marsh.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi