La Luce sugli Oceani, recensione e trama del film con Alicia Vikander e Michael Fassbender

la luce sugli oceani

La Luce sugli Oceani arriva al cinema e unisce sul grande schermo Michael Fassbender e Alicia Vikander. Ecco la trama del film e la nostra recensione.

Esce in sala il film che ha visto nascere l’amore tra Michael Fassbender e Alicia Vikander

Trascorsi circa sei mesi dalla presentazione al Festival di Venezia, arriva nei cinema italiani La Luce sugli Oceani, film che vede insieme per la prima volta sul grande schermo Alicia Vikander e Michael Fassbender. Come ormai risaputo, nella vita reale i due attori formano una coppia e godono di quel sentimento nato, nel 2014, proprio sul set del film scritto e diretto da Derek Cianfrance. Questo non può far altro che stimolare la curiosità di chi, nei prossimi giorni, sceglierà di recarsi al cinema per assistere a quella che, di fatto, rappresenta la fase in cui tra i due è sbocciato l’amore. Lui è, ad oggi, l’attore più desiderato dalle donne e dai registi di Hollywood. La versatilità del suo innegabile talento gli ha permesso di prendere parte ad ogni genere di film, dal biopic (Steve Jobs, 2015) all’antieroe Marvel (X-Men – L’inizio, 2011), passando per il fantasy horror (Alien: Covenant, 2017), lo storico (Macbeth, 2015) e via dicendo. Dal canto suo, Alicia Vikander, ha raggiunto l’apice della sua ancor giovane carriera lo scorso anno, vincendo l’Oscar come Miglior Attrice non protagonista per il film The Danish Girl. Già al fianco del collega Eddie Redmayne, la giovane attrice svedese aveva dimostrato tutto il proprio talento nel genere drammatico, ripetendosi in La Luce sugli Oceani e confermandosi come una delle maggiori promesse di Hollywood.

Insieme, i due fidanzati danno vita ad un film drammatico, destinato a conquistare gli amanti del genere romantico. Nella prima parte del film, assistiamo infatti alla nascita di quella che di lì a poco diventerà una splendida storia d’amore. Siamo nell’Australia del 1918. Il mondo è ancora scosso dalla prima guerra mondiale, compreso Tom Sherbourne (Michael Fassbender) che si è trovato sul campo di battaglia. Per lasciarsi il passato alle spalle decide di assumere l’incarico di guardiano di un faro, affrontando nella solitudine i fantasmi degli anni appena trascorsi. Prima di isolarsi farà la conoscenza della giovane Isabel Sherbourne (Alicia Vikander) e non passerà molto tempo prima che tra i due scocchi la scintilla. Si sposeranno e tutto sembrerà per il meglio ma, l’incessante moto che caratterizza il mare che li circonda, ed il faro, pronto ad evidenziare le luci e le ombre dell’esistenza umana, ci ricordano che la vita dà e la vita prende e, accompagnato da un cielo perennemente plumbeo, ci preannunciano l’imminente arrivo di una disgrazia. La donna sarà infatti costretta per ben due volte ad interrompere la propria gravidanza, cadendo in depressione e passando dalla gioia più grande, quella di aspettare un bambino, al dolore più profondo, ovvero la consapevolezza che quel bambino non arriverà mai.

Trama e recensione de La Luce sugli Oceani, pellicola presentata alla 72esima edizione del Festival di Venezia

Proprio per rimaner fedele all’altalena di gioie e dolori che caratterizza l’intero film, nel buio più totale arriverà un raggio di luce per la coppia di innamorati. Una barca toccherà la riva dell’isola, portando con sé il cadavere di un giovane uomo ed una splendida bambina che, pur piangendo, dimostra sin da subito di godere in ottima salute. Isabel la stringerà subito tra le proprie braccia e tornerà a sorridere come mai fino ad allora. Questo non lascia di certo indifferente Tom che, dopo non poche titubanze, deciderà di mettere la gioia di sua moglie al primo posto, escludendo ogni responsabilità e dovere professionale.

In La Luce sugli Oceani prenderà così il via una lunga serie di eventi che porteranno i protagonisti della pellicola a passare, da un momento all’altro, dal paradiso all’inferno, dall’inferno al paradiso e così via. Nella prima parte del film le situazioni si succedono in maniera così repentina da coinvolgere totalmente lo spettatore, il quale non può fare altro che fare il tifo per i coniugi Fassbender. Sarà un terzo personaggio, Hannah Roennfeldt (Rachel Weisz) ad interrompere il loro idillio romantico, facendogli crollare la terra sotto i piedi e frantumando quella che, per citare una celebre canzone italiana (L’ultimo bacio che, considerata per per intero, si presta perfettamente allo spirito del film), appariva proprio come una “magica quiete, velata indulgenza, dopo l’ingrata tempesta”.

Negli ultimi anni, parallelamente alla loro gioia, la donna è stata protagonista di un vero e proprio dramma, ovvero la perdita di suo marito e della loro bambina, entrambi scomparsi in mare. Coincidenza? Ovviamente no. La bambina è proprio colei che Tom ed Isabel hanno accolto quattro anni prima, quasi come fosse un miracolo piovuto dal cielo. Proprio come un piatto indigesto, il senso di colpa di riproporrà continuamente nell’anima di Tom e gli spettatori non potranno far altro che chiedersi: “e noi, cosa faremmo al loro posto?”. Tra egoismi individuali e sprazzi di compassione reciproca, si svilupperà una sceneggiatura tanto disperata quanto coinvolgente, degna dei migliori romanzi di Liala. Le interpretazioni, di egual livello, portate sul grande schermo da Michael Fassbender, Alicia Vikander e Rachel Weisz, si caricano sulle spalle l’intera pellicola che, altrimenti, avrebbe rischiato di rimanere troppo indigesto.

I personaggi da loro interpretati avranno allo stesso modo bisogno di cercare e trovare la luce del faro che solo a tratti illuminerà le loro esistenze caratterizzate da profonde disgrazie. Le decisioni messe davanti a loro non dovrebbero esistere nella vita di nessun essere umano, ma proprio la curiosità di sapere quali scelte prenderanno i tre protagonisti, fanno sì che le due ore di film trascorrano in maniera veloce e coinvolgente, tra scenari mozzafiato e tante, tantissime lacrime.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi