L’Amore Criminale, recensione: follia e tensione nel film con Rosario Dawson e Katherine Heigl

L'Amore Criminale Film Rosario Dawson

Recensione e trailer del film “L’Amore Criminale”, thriller che mette a confronto le attrici Rosario Dawson e Katherine Heigl, tra follia e passione.

L’Amore Criminale, la tensione c’è ma il finale non convince

Arriva oggi in sala L’Amore Criminale, pellicola che vede l’esordio alla regia di Denise Di Novi (“Crazy, Stupid, Love”, “Focus”). Il titolo originale, Unforgettable (“indimenticabile”), rende meno palese la trama del film che invece, tradotto in italiano, non lascia alcun dubbio allo spettatore. Un titolo che potrebbe essere considerato sbagliato sin dal principio per via della contrapposizione tra i termini “amore” e “criminale”, poiché tutto ciò che è criminale non dovrebbe mai essere identificato come “amore”.

In particolare, il film distribuito in Italia da Warner Bros, più che l’amore, mette in evidenza la smania di possesso e di controllo propria del personaggio interpretato da Katherine Heigl. L’attrice statunitense, conosciuta ai più per il ruolo di Izzie nella serie tv Grey’s Anatomy, sceglie di prendere parte ad una pellicola che non dà e non toglie valore al suo curriculum artistico, ricco di ottime prestazioni attoriali. Discorso diverso per Rosario Dawson, anche lei ben nota alle nuove generazioni per aver di recente preso parte alle serie tv dedicate ai quattro “Defenders” di casa Marvel. Bella da togliere il fiato, riesce anche in questo caso a dimostrare il proprio talento interpretativo, donando assoluta credibilità allo stato di angoscia ed insofferenza del proprio personaggio.

Katherine Heigl e Rosario Dawson interpretano rispettivamente Tessa Connover e Julia Banks. La prima è l’ex compagna di David (Geoff Stults), la seconda è la sua futura moglie. La prima è ossessionata dalla perfezione, vittima di una madre troppo esigente. La seconda è l’emblema della semplicità, sopravvissuta ad una difficile realtà famigliare e ad uno stalker psicopatico a cui è da poco scaduto l’ordine restrittivo. Ed è proprio quest’ultimo elemento a rappresentare, agli occhi di Tessa, il punto debole di Julia, sul quale far leva per riconquistare il “suo” David.

Il talento di Rosario Dawson e Katherine Heigl solleva le sorti del film

Sin dalle prime scene del film, lo spettatore assiste ad un livello di tensione crescente tra le due donne. Tessa non sopporta di deludere le aspettative di sua madre, a sua volta riflesse sulla piccola Lily. Proprio la figura materna verrà individuata come responsabile del precario equilibrio psichico della donna, pronto a crollare inesorabilmente nel momento in cui proprio Lily inizierà a nutrire affetto nei confronti di Julia, escludendo (in maniera innocente) sua madre dal perfetto quadro famigliare che si viene così a creare tra David e Julia. Se però inizialmente Julia riuscirà a mantenere la calma e ad essere comprensiva nei confronti della “rivale”, nel momento in cui anche lei perderà la pazienza tutto precipiterà in maniera disastrosa. Tessa escogiterà il più diabolico dei piani per portare Julia a perdere credibilità agli occhi di David, venendo però risucchiata in un vortice di incontrollabile vendetta che annullerà ogni tipo di lucidità e che la porterà a mettere in pericolo anche le uniche persone che tengono a lei.

In generale, L’Amore Criminale, rappresenta una sorta di mix tra Obsessed, film che nel 2009 vedeva protagonista la popstar Beyoncé, e La Morte Ti Fa Bella, richiamandone i grotteschi “corpo a corpo”. Non mancano alcune sfumature erotiche e diversi cliché, ma soprattutto diversi vuoti nella sceneggiatura, i quali rendono ancor più surreale l’escalation di eventi che porta al finale tragico della pellicola. Certo, al giorno d’oggi sono tanti i casi di cronaca che ci dimostrano quanto la follia umana non conosca più alcun limite, e questo dona un barlume di attendibilità al comportamento di Tessa. Ma una serie di elementi, dal dimenticare l’anello al dito dopo essere riuscita a pianificare tutto in maniera impeccabile, il passaggio dal non bere neanche un sorso di birra per evitare le troppe calorie all’aver costantemente di fronte bicchieri sgorganti di vino rosso e alcolici, fino ad arrivare agli scontri fisici “chiusi” in maniera un po’ troppo goffa, fan sì che L’Amore Criminale arrivi a far storcere il naso a non pochi spettatori, amanti sì del genere thriller, a cui senza dubbio appartiene il soggetto del film, ma desiderosi di un minimo di credibilità a livello pratico.

Insomma, una pellicola riuscita solo a metà, che si regge sull’indiscutibile talento delle due protagoniste. Un film ad alta tensione, ma da non prendere troppo sul serio. Ecco di seguito il trailer de L’Amore Criminale:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi