Margot Robbie: gli inizi e la conquista di Hollywood

Margot Robbie

Margot Robbie, adrenalinica e talentuosa attrice, alterna con successo ruoli nel cinema mainstream alla Suicide Squad e altri impegnativi e da candidatura all’oscar come nel film Tonya.

Margot Robbie, le fisique du role nel cinema mainstream e non

Margot Elise Robbie, in arte Margot Robbie, nasce il due luglio del 1990 a Dalby in Australia. La sua vita e l’inizio della sua carriera sembrano prelevate da qualche film dove la classica ragazza di provincia cerca fortuna nel mondo dello spettacolo e dopo iniziali difficoltà (nel caso della Robbie nemmeno tante) raggiunge il suo obiettivo. Come ogni star che si rispetti, nel momento in cui Margot è diventata davvero famosa finendo di diritto tra le cento persone più influenti del mondo del cinema, si sono moltiplicati gli aneddoti della sua adolescenza, tutti indirizzati a mostrarne il carattere già adrenalinico, la grande personalità e la capacità di impressionare il pubblico. Si racconta ad esempio che sia arrivata alla festa del suo diciottesimo compleanno paracadutandosi da un elicottero e che sia da sempre appassionata di uno sport da maschiacci come l’hockey, e lo sia al punto da giocare in una squadra amatoriale non lesinando colpi e pattinate furenti. L’esordio su un set cinematografico risale al 2007 con il film di Ash Aaron (produttore, regista scrittore ) Vigilante Il trailer di Vigilante ce la mostra giovane bella e biondissima nel ruolo della fidanzata del protagonista che viene ammazzata scatenando la vendetta dell’uomo che diventa un giustiziere alla Corvo.

Margot Robbie
Un frame della giovane Margot dal film “Vigilante”

Il primo contatto di Margot con un mondo para fumettistico, quello che abbraccerà iper convinta in seguito interpretando Harley Quinn nel film Suicide Squad. Dopo l’immancabile esordio nel cinema indipendente tappa obbligata di ogni biografia di star, per diversi anni lavora nella soap opera Australiana Neighbours. I passa e 300 episodi a cui partecipa con un ruolo importante la fanno conoscere dagli addetti ai lavori. L’esordio Americano in Wolf of Wall Street di Martin Scorsese al fianco (ma anche sopra e sotto ) all’attore Leonardo DiCaprio ci riporta alla favola della giovane che arriva ad Hollywood, si presenta ad un provino e supera attrici molto più famose e accreditate. La cronaca dice che rubò scena al casting e ruolo a Kristin Stewart e Jessica Biel. Il ruolo di Naomi Lapaglia moglie del protagonista la consacrò a vari livelli. In quello attoriale mostrò grandi capacità, in quello del gossip da back stage regalò diverse curiosità legate alle scene di nudo.

Margot Robbie era preoccupata per quel tipo di sequenze e quando il film uscì e il suo corpo non nascose praticamente nulla agli spettatori, disse ai suoi genitori che si trattavano di fotomontaggi e di controfigure. Per provare prima le scene e raggiungere l’intimità voluta da Scorsese e poi per girarle si scolò diversi shot di tequila. Tutto andò per il meglio e tra i premi seri attoriali può vantare anche quello di miglior sedere cinematografico. Quando fu annunciato dalla Warner Bros/DC che il personaggio di Harley Quinn , la psicologa fidanzata del Joker di cui si innamora proprio quando ce l’ha in cura nel manicomio noto come Arkham Asylum, nel cinecomic Suicide Squad sarebbe stato interpretato da lei vennero fuori subito certe similitudini tra la folle sbarazzina Harley dei comics e la Robbie della vita privata. La Robbie che ad una festa non riconosce che il giovane ragazzo che sta aiutando è in realtà il principe Harry d’Inghilterra. Quando lui le fa notare la cosa, lei per nulla imbarazzata, con ironia alla Harley, ammette “senza corona non ti avevo riconosciuto”.

Margot Robbie
Margot nei succinti panni di Harley Quinn.

L’interpretazione sul set di Suicide Squad ha rafforzato questa identità tra personaggio e attrice. La stessa Margot ha deciso di diventare produttrice esecutiva dei prossimi film in cui apparirà Harley volendo seguire in ogni aspetto le pellicole. Al momento si sa che apparirà in un film con il Joker, in uno con altre super eroine DC (Birds of Prey) e nel seguito della Suicide Squad. Harley le ha dato la popolorità presso il grande pubblico per di più in un universo DC dove pochi attori sono piaciuti e molti hanno fallito. Margot però sa gestire al meglio ruoli d’intrattenimento e altri come quello nel film Tonya, che racconta le vicende di una pattinatrice che incarica qualcuno per azzoppare la rivale, che le è valso la candidatura agli oscar. Il suo ultimo film è Terminal. Uscito l’11 maggio nei cinema americani da noi non ha ancora una data di stribuzione. Terminal è un thriller dai toni noir ambientato nel mondo dei killer a pagamento e delle vendette e Margot Robbie è una donna misteriosa che incrocerà la strada dei sicari impegnati a loro insaputa in una missione suicida. Che dire in chiusura se non un classico, per lei sicuramente banale e poco pirotecnico, buon compleanno Margot Robbie.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi