Oscar 2018, categoria Miglior Attrice: un pronostico su possibili candidate e favorite

Oscar 2018 Miglior Attrice

La 90esima edizione degli Oscar avrà luogo il 4 marzo 2018 mentre le candidature saranno annunciate il 23 gennaio: quali saranno le attrici candidate?

Oscar 2018, al via i pronostici sulle possibili vincitrici nella categoria Miglior Attrice Protagonista

Mancano ancora due mesi alla 90esima edizione degli Academy Awards ma già addetti ai lavori e non si sbilanciano con pronostici di ogni tipo. La notte degli Oscar si terrà al Dolby Theatre di Los Angeles e vedrà riunite le maggiori star del cinema internazionale. Milioni di persone saranno collegate da ogni angolo del mondo, pronte a sfidare anche il fuso orario più tremendo pur di vivere la magia della cerimonia.

Oltre alla bellezza dei presenti, sarà curioso vedere in che modo Hollywood si esporrà ai riflettori mondiali dopo lo scandalo Harvey Weinstein che, proprio nelle scorse settimane, ha iniziato a investire l’intero show business americano. Ciò che però ci deve interessare maggiormente è l’ambito delle premiazioni. A chi verranno consegnate le tanto agognate statuette? In attesa di scoprirlo, ecco quelle che potrebbero rientrare nella cinquina della categoria Miglior attrice protagonista:

Frances Mcdormand (Three Billboards Outside Ebbing, Missouri): dovrebbe vincere a mani basse qualsiasi riconoscimento disponibile a livello internazionale. Esageriamo? Forse, ma la sua interpretazione nel film diretto da Martin McDonagh risulta praticamente priva di imperfezioni . Elementi chiave come la disperazione, la tenacia, l’ironia e la cazzutaggine fanno sì che sul grande schermo prenda vita un personaggio femminile come non se ne vedevano da tempo. Noi, ma questo rimanga tra noi, faremo il tifo per lei.

Kate Winslet (Wonder Wheel): l’attrice statunitense ci ha ormai abituato a prestazioni di alto livello. La sua costanza nel portare bellezza e talento sul grande schermo l’ha accompagnata sin dai tempi del Titanic, passando per l’Oscar conquistato nel 2008 per The Reader. La ritroviamo nel nuovo film di Woody Allen alla sua prima collaborazione con il cineasta americano. Meriterebbe la statuetta anche solo per il monologo finale: un perfetto mix di tragedia e schizofrenia.

5 donne, 5 generazioni: chi vincerà?

Saoirse Ronan (Lady Bird): a tutt’altra generazione appartiene la giovane attrice americana. Con il suo talento si sta facendo spazio, anno dopo anno e film dopo film, nel panorama cinematografico internazionale. In molti l’hanno amata in Espiazione, in Amabili Resti Brooklyn. Ancora più persone la apprezzeranno per la sua interpretazione in Lady Bird che l’ha già portata a vincere diversi riconoscimenti e ad essere candidata per i prossimi Golden Globe.

Margot Robbie (I, Tonya): in pochi si sarebbero aspettati di vederla tra le possibili candidate al Premio Oscar, eppure quanto accaduto nelle ultime settimane fa pensare ad una nomination quasi scontata. Una pioggia di candidature a diversi premi internazionali han fatto seguito alla performance dell’attrice in I, Tonya (QUI la recensione). Un bel salto di qualità se pensiamo ad alcuni film che hanno caratterizzato la ancor breve carriera di Margot Robbie. La sensazione, dopo aver visto il film diretto da Craig Gillespie, è che l’attrice abbia ancora molto da poter dimostrare nel panorama cinematografico internazionale e noi non vediamo l’ora di assistere alla sua ascesa.

Meryl Streep (The Post): non avrebbe neanche bisogno di presentazioni, eppur due secondi per ripetere di chi stiamo parlando li vogliamo “perdere”: cinquanta anni esatti di carriera durante la quale ha collezionato un’infinità di riconoscimenti. Su tutti, ricordiamo le ben venti candidature all’Oscar, di cui tre trasformatesi in vittorie (Kramer vs Kramer, La Scelta di Sophie e The Iron Lady). Qui abbiamo omaggiato largamente il suo percorso artistico. Un tributo a dir poco “dovuto”, se pensiamo che con il nuovo film di Steven Spielberg (il primo in cui il cineasta dirige la Streep) l’attrice concorrerà quasi sicuramente per la statuetta, arrivando così a ventuno nomination conquistate in carriera.

C’è un po’ di Italia nella corsa alla statuetta

Michelle Williams (All the Money in the World): di lei parlavamo proprio qualche giorno fa, in occasione della recensione di The Greatest Showman. Nel musical l’abbiamo vista al fianco di Hugh Jackman e sottolineavamo il fatto che l’attrice non riesca a far parte di un film che non preveda una sua scena di pianto. Bravissima nel genere drammatico, dopo ben quattro nomination all’Oscar meriterebbe la tanto agognata vittoria. La sensazione è che non sia neanche questo l’anno buono ma la sua interpretazione nel nuovo film di Ridley Scott merita assai.

Helen Mirren (Ella & John – The Leisure Seeker): il suo primo ed ultimo Oscar risale esattamente a dieci anni fa. Era infatti il 2007 quando le veniva consegnata la statuetta alla Miglior attrice protagonista per The Queen – La regina. Una certezza dal punto di vista della classe e del talento, Helen Mirren è protagonista dell’ultimo film di Paolo Virzì, Ella & John – The Leisure Seeker (QUI la recensione). Sul grande schermo la vediamo al fianco di Donald Sutherland, in un’opera che l’ha già portata a conquistare la nomination ai Golden Globe 2018.

Sally Hawkins (The Shape of Water): di trenta anni più giovane rispetto alla sopracitata collega, l’attrice britannica rientra tra le papabili vincitrici dell’Oscar alla Miglior Attrice Protagonista. Del film ne abbiamo sentito parlare ampiamente, complice la conquista del Leone d’Oro al Festival di Venezia. Lei la abbiamo invece apprezzata nei tanti film che hanno finora costituito la sua carriera, culminata quest’anno nell’ultimo lavoro di Guillermo del Toro. Ai Golden Globe è stata candidata per la sua interpretazione: riuscirà a ripetersi in occasione degli Academy Awards?

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi