Oscar 2019, la nuova categoria “Miglior film popolare” valorizza il gusto della massa

Oscar-Guillermo del Toro

Da poche ore, l’Academy ha reso noti alcuni importanti cambiamenti in relazione alla serata di premiazione degli Oscar 2019. In particolare si è fatto riferimento all’introduzione della nuova categoria “Miglior film popolare”, creata appositamente per le grandi produzioni blockbuster capaci, a prescindere dalla qualità del prodotto, di sbancare al botteghino, e di raggirare gli interrogativi posti dai critici sul loro possibile valore artistico.

Il premio Oscar al “Miglior film popolare” favorirà i cinecomic?

Nelle ultime ore, l’Academy of Motion pictures Arts and Sciences ha comunicato ufficialmente delle importanti modifiche relative alla cerimonia di elargizione dei premi Oscar, prima fra tutte l’introduzione di una nuova categoria, volta a premiare le pellicole di maggior successo al box office, ossia quella di Miglior film popolare.

L’introduzione di questa nuova categoria, che non tiene assolutamente conto della qualità artistica delle pellicole, bensì del loro successo commerciale, lascia cadere, a parere di chi scrive, un amaro pronostico nel mondo del cinema, confermando quanto, ai giorni nostri, il valore di un prodotto artistico sia determinato molto più dalla parola del pubblico che non dalla maestria del regista e dalla sua capacità di esprimere qualcosa di profondo.

Con la categoria di Miglior film popolare, ci troviamo, per la prima volta, a edificare un premio che valorizza non tanto la parola e la capacità di comunicazione del regista, quanto le decisioni del pubblico, che si pongono come incontestabili perché rese forti dall’eco unificante della massa. Così, ai libri che diventano bestseller, sulla base di alcuni stati di Facebook, che conquistano migliaia di like, e che vengono raccolti, poi, confusamente per farne una pubblicazione; e a cantanti, e Youtuber, che conquistano visibilità sui propri canali, proponendo materiale non sempre di valore, e diffondendo pareri approssimativi, su qualunque argomento, senza che vi sia alcuna competenza in merito; si aggiungono pellicole che, ancor prima di uscire nelle sale, preannunciano il loro successo al botteghino a suon di meme e immagini social virali. Dai prossimi giorni, queste stesse immagini comunicheranno il successo delle produzioni blockbuster non solo al box office, ma anche alla notte degli Oscar.

Non sempre, tuttavia, il feticismo social delle pellicole commerciali, che si nutre quasi esclusivamente delle immagini accattivanti proposte nei trailer – pensiamo al joker di Jared Leto, le cui pose si prestavano perfettamente al linguaggio malizioso e immediato dei meme – sembra essere incommensurabilmente collegato alla pessima fattura di un film: Il caso è quello di IT (2017), in cui la spasmodica ossessività con la quale veniva mostrato il volto di Pennywise sui social non ha precluso in alcun modo l’ottima qualità del pellicola.

Tuttavia, il fatto che, nell’ambito degli Oscar, sia stata introdotta questa nuova categoria è un chiaro messaggio del fatto che la dittatura dei social, che decide in modo incontestabile anche la qualità di un prodotto artistico, sia stata istituzionalizzata adesso dall’industria cinematografica, ottenendo, addirittura, una statuetta in suo onore.

I dettagli rispetto ai criteri necessari per rientrare in questo nuova categoria non sono ancora stati definiti; ma il nome scelto per qualificarla la dice lunga.

Tra le altre novità introdotte, vi sono quelle relative alla messa in onda della cerimonia, la quale non potrà superare le tre ore. Nell’ambito della cerimonia, inoltre, non sarà mostrata, in diretta, la premiazione di tutte le categorie degli Oscar; ma saranno inserite immagini aggiuntive,  concernenti l’assegnazione delle statuette, negli spot pubblicitari della trasmissioni.

La cerimonia sarà in onda sugli schermi il 24 febbraio 2019.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi