Overlord: La seconda guerra mondiale come non l’avete mai studiata!

Overlord film 2018

Al cinema dall’8 novembre, Overlord è il film prodotto da J.J. Abrams e diretto da Julius Avery.

Overlord, l’horror che mette d’accordo pubblico e critica

Tre mesi fa stavo tagliando il prato nel mio cortile, poi arriva il postino con una lettera dell’esercito e ora sono qui e non ho idea di quale sarà la mia fine“: sono le parole taglienti che il soldato Boyce (Jovan adepo) dice ad un certo punto durante un momento di apparente tregua all’affascinante Chloe (Mathilde Olivier), entrambi in fuga dalle nemiche truppe tedesche. Ma torniamo indietro: che cos’è Overlord?

Overlord è  un horror b-movie diretto da Julius Avery, prodotto da J.J Abrams e con attori protagonisti Wyatt Russel, Pilou Asbaek e Jovan AdepoOverlord narra tragiche vicende storiche, orribili, misteriose e piuttosto splatter, ma inserite nel clima di terrore più famoso nella storia dell’umanità: quello della Seconda guerra mondiale, ben rimaneggiata per l’occasione dal duo Avory-Abrams. Dopo essere sopravvissuti alle linee nemiche, alcuni soldati riescono a raggiungere un villaggio dominato dai nazisti.

I due soldati americani in una scena del film

Boyce, il più debole del cerchio tra i soldati americani, riflessivo ed impaurito dalla morte effimera dei suoi compagni, scopre che quella tedesca non è purtroppo un’esclusiva operazione militare d’invasione. Insieme ai suoi amici superstiti si ritroverà quindi a combattere non solo le armate del Terzo Reich, ma anche delle forze soprannaturali progettate da complessi esperimenti nazisti.

Il regista Julius Avery inserisce tutti gli elementi necessari a rendere Overlord un horror movie ben confezionato, ambizioso, tecnicamente corretto e ben ritmato da azioni narrative salienti, ma pur sempre trash.  Attimi di suspense, disperazione e mistero ben si mescolano a scene splatter, che ricordano cult del genere come The Texas Chain Saw Massacre- Non aprite quella porta oppure The Hills have eyes-Le colline hanno gli occhi.

I rimandi cinefili sono diversi: potremmo parlare sopratutto di incubi che il regista sparge qua e là all’interno della storia. Le avventure mal capitate al personaggio di Boyce e dei suoi compagni ricordano inoltre la struttura narrativa di un video-game odierno. C’è una donna che brandisce un lanciafiamme proprio come il personaggio di Ripley in “Aliens“, c’è un crudele ufficiale delle SS che sorride con più della metà della sua faccia ridotta in brandelli, come un cattivo di Batman e il rapporto tra i sopravvissuti al massacro della guerra e degli esperimenti scientifici tedeschi, ricorda a tratti scene madre di cult come Salvate il soldato Ryan e Bastardi senza Gloria.

Overlord
L’ufficiale delle SS in una scena cruenta di Overlord

Overlord, nonostante diversi “se” e “ma”, si può classificare come un horror sopra la media attuale: non tradisce le aspettative del suo pubblico e regala allo spettatore più di due ore di ansia ed assuefazione da scene corpulente e violente, magistralmente girate. C’è un ritorno soprattutto ad un uso degli effetti speciali finalmente ben studiato che ricorda la direzione e produzione di qualità di un tempo, molto verosimile, schietto e cinico, apprezzato perciò dagli appassionati del filone. Una scena in particolare vi colpirà per la capacità di porre lo spettatore nei panni disperati della povera Chloe. Meno verosimile risulta la parabola della quale si fa carico la pellicola sul finale, fin troppo pacifista. Evitando di cadere in spoiler, siamo certi di rivolgerci a buoni intenditori.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi