Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar, recensione: Jack Sparrow duella con i morti

Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar 2017

Recensione del film Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar, quinto capitolo della celebre saga cinematografica, nelle sale dal 24 maggio.

Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar, il ritorno di Jack Sparrow

Arriva nelle sale il quinto capitolo della saga Pirati dei Caraibi diretto da Joachim Rønning e Espen Sandberg. Johnny Depp torna a vestire i panni del celeberrimo Capitano Jack Sparrow, con lui ritornano sul grande schermo anche Geoffrey Rush nel ruolo di Hector Barbossa; Orlando Bloom come Will Turner, Capitano dell’Olandese Volante; Keira Knightley in veste di Elisabeth Swann in Turner; Kevin McNally interpreta ancora una volta Mastro Gibbs. Con loro, ad arricchire ulteriormente il cast, Brenton Thwaites e Kaya Scodelario che avranno ruoli cardine nello sviluppo della trama, oltre a Javier Bardem nelle vesti del Capitano Salazar.

Jack Sparrow è alle prese con le sue malefatte di pirata, ma la fortuna sembra avergli voltato le spalle: la sua ciurma è stanca di seguirlo in avventure che non si concludono mai con la conquista di tesori e la nave che ha in suo possesso è arenata e sembra stare insieme solo per miracolo, mentre la Perla Nera è ancora intrappolata nella bottiglia in cui l’ha relegata il defunto Capitano Barbanera. Nella sua vita irrompe un ragazzo, l’unico sopravvissuto di una nave che ha tentato di oltrepassare il Triangolo del Diavolo, che gli riporta le parole cariche di odio e di propositi di vendetta del Capitano Salazar. Sparrow non può credere alle sue orecchie quando riceve questo messaggio, ma sa che i morti a volte possono tornare a parlare e a combattere; si mette, perciò, sulle tracce di un’arma, la sola e unica che può riuscire nell’impresa di sconfiggere il malvagio Salazar.

Ritmo incalzante ed effetti speciali, il quinto capitolo della saga convince

Il nuovo capitolo dei Pirati dei Caraibi è scoppiettante e divertente, con una trama ben scritta che risulta coerente e strutturata con la giusta dose di mix di sentimenti, battute ironiche e avventura che hanno contraddistinto questa saga.

Jack Sparrow, che in principio sembra accusare i segni del tempo ed essere meno brillante di quanto fosse in passato in quanto a bricconate, riprende lo splendore di un tempo quando incontra un giovane che lo mette di fronte ad una nuova impresa, una di quelle con minime possibilità di riuscita che però, qualora dovesse essere portata a termine con successo, gli porterebbe la salvezza e la gloria.

Mentre è notevolmente marginale il ruolo di Will Turner, Capitano dell’Olandese Volante, costretto a solcare i mari e ad accompagnare i morti, la figura di Hector Barbossa è la vera sorpresa di questo nuovo capitolo: il suo carattere spietato viene spesso messo in secondo piano per fare posto al suo lato da sodale con il nemico/amico Sparrow con il quale ha condiviso molte avventure e si è scontrato rispettando sempre i sani principi pirateschi. Barbossa scoprirà anche, dopo aver deciso di imbarcarsi con Jack, di poter provare sentimenti che finora gli erano sconosciuti.

L’ironia del film si alterna alla spietatezza del nuovo villain

L’ironia rimane una delle grandi forze di Pirati dei Caraibi, l’arma in più che permette a una storia di epiche cavalcate sulle onde dei sette mari di essere estremamente accattivante e di conquistare il pubblico confermando Sparrow come il personaggio cinematografico che da più di una decade sa ammaliare il grande pubblico.

I due volti nuovi, inoltre, riescono ad essere sempre in parte e a entrare con disinvoltura nei ranghi della ciurma dimostrando le loro sorprendenti qualità, sulle quali nessuno dei pirati avrebbe scommesso un solo doblone, man mano che lo sviluppo della trama procede riuscendo a trovare soluzioni e inaspettate alternative agli ostacoli e agli imprevisti che, come di rito, tentano di impedire agli antieroi per eccellenza di ottenere quello che è il loro scopo di queste nuove e temerarie gesta.

L’apporto dato dal nuovo “cattivo tra i cattivi”, il Capitano Salazar interpretato da Javier Bardem, è notevole: egli è un morto che torna a parlare, un uomo che ha fatto dello sterminio dei pirati la missione della sua vita e che, quando può tornare dal Triangolo del Diavolo, non troverà pace fin quando non si sarà vendicato di Jack Sparrow, la sua nemesi.

Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar arriva al cinema il 24 Maggio distribuito da Walt Disney Pictures.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi