Robin Williams, da Will Hunting a Jumanji: i mille volti dell’indimenticabile attore

Robin Williams

Il 21 luglio 1951 nasceva Robin Williams. Immergiamoci nella sua filmografia per ricordarci quello che il grande attore ha rappresentato per intere generazioni.

Robin Williams, la stella del “Capitano” non smette mai di brillare

Chi è Robin Williams? Un Peter Pan, cresciuto nel corpo ma non nello spirito. Anzi no, è un uomo intrappolato in un gioco finché un 5 o un 8 non compare. Però è anche un padre disposto a tutto, persino a fingersi donna, pur di stare con i propri figli.

Sì, tutto questo è vero, però è anche quello che ci ha insegnato a cogliere l’attimo, a non lasciarci scappare nessuna occasione.

Persino che è proprio dalle sofferenze e dalle debolezze che possiamo trarre la nostra forza. Ah giusto, è anche il medico dal naso rosso capace di portare il sorriso sul volto di chiunque, me ne stavo dimenticando. 

Però, potrei aggiungere, non è forse stato anche lo speaker che salutava il mondo con il suo inconfondibile: “Gooooood morning Vietnam!” ?

Robin Williams

Dietro quel sorriso però si cela anche un assassino, freddo e spietato: non si può dimenticare quel timido sviluppatore di fotografie. Riprendiamo fiato…

Come faccio a dire chi è Robin Williams?

Potremmo iniziare, come suggerisce internet, dicendo che è nato a Chicago, il 21 Luglio 1951. Che ha lavorato con i migliori registi e attori della sua generazione, che è il vincitore di un Premio Oscar, 6 Golden Globe, di 2 Emmy e 5 Grammy. Che è la voce di uno dei personaggi Disney più divertenti e iconici di tutti i tempi e mi riferisco al genio della lampada in Aladdin, ma Robin è molto più di tutto questo. 

Lui è l’uomo che è riuscito a portare il sorriso sul volto gonfio di lacrime e le lacrime su un viso sorridente. Siamo di fronte a colui che ha emozionato almeno tre generazioni con le sue interpretazioni. Come facciamo, dunque, a dire NOI chi è Robin Williams?

Robin Williams ha iniziato la sua carriera nel 1977, quando prese parte ad un episodio del telefilm Happy Days nel ruolo di Mork. Un solo episodio che ha mandato quel piccolo alieno dal caratteristico saluto e dagli occhi azzurri là dove doveva stare: tra le stelle. 

Entrato nel jet set grazie alla fortunata serie Mork & Mindy conosce molti colleghi attori e la sua fama si eleva portandolo ben oltre le sue aspettative.

Robin Williams

Tuttavia la sua vita non è stata semplice come il suo sorriso voleva dimostrare. Negli anni ’80 fece uso di cocaina e fu presente alla tragica serata in cui il suo amico John Belushi perse la vita ucciso da un overdose.

Nei primi anni ’90 fu in prima linea, non solo emotivamente ma anche economicamente, quando Christopher Reeve, suo grande amico, rimase tetraplegico dopo un incidente a cavallo. Reeve stesso, in molte interviste, racconta di come Williams sia stato una ventata d’aria fresca con la sua capacità di farlo ridere persino sulle sue disperate condizioni. 

Robin soffrì inoltre di disturbi dell’umore che molti associano ad un possibile disturbo bipolare. Ciò nonostante, non ha mai perso la capacità di adattarsi a molti ruoli, anche se negli ultimi anni ha vissuto la difficoltà di essere in parte dimenticato dal pubblico e di non ricevere il giusto appoggio dalla critica.

Tutto ciò però non lo si vede nei suoi personaggi. L’uomo rimane dietro le quinte, sul palco sale l’attore, quello che è stato in grado di diventare amico dei suoi fan bucando lo schermo e sedendosi sul divano con te a ridere delle sue stesse battute. 

Non è facile parlare di una stella così splendente agli occhi di tutti, anche se, guardando in alto, quella stella non c’è più. Forse però una luce la si può ancora vedere, splendente com’è sempre stata se si prova a salire su un banco e guardare il cielo da un po’ più vicino.

Questo è quello che è per NOI è Robin Williams.

Vi lasciamo con il trailer di Come Inside My Mind, il documentario della HBO dedicato proprio all’attore, tristemente scomparso nell’estate del 2014.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi