Steven Soderbergh, Star Of The Week: tanti auguri ad uno dei cineasti più prolifici e talentuosi di Hollywood

Steven Soderbergh

Il regista Steven Soderbergh spegne oggi 55 candeline. Gli rendiamo omaggio ripercorrendone la brillante carriera con la nostra rubrica Star Of The Week.

Steven Soderbergh: esiste un genere che non abbia esplorato?

Difficile, se non impossibile, trovare una filmografia ricca e variegata quanto quella del regista di origini svedesi, nato ad Atlanta nel 1963.

La sua carriera è cominciata a fine anni ’80 con il grande successo di Sesso, bugie e videotape, vincitore della Palma d’oro. Da qui in poi ha impresso la propria impronta unica, spesso inconfondibile, in innumerevoli generi. Si va dal biopic (il dittico su Che Guevara interpretato da Benicio del Toro), al thriller-action (Knockout), l’atipico e intelligente, cosa assai rara, disaster movie (Contagion), il film d’inchiesta (Erin Brockovich, The Informant!), lo sci-fi (Solaris), il noir in costume (Intrigo a Berlino), la commedia sul mondo dello spogliarello maschile (Magic Mike)…

A dimostrarne la versatilità non ci sono però soltanto i generi, ma anche i budget. Basti pensare alla facilità con cui ha gestito piccole produzioni indipendenti, come Bubble, con attori non professionisti, e contemporaneamente la sfavillante trilogia di Ocean, che vanta star del calibro di George Clooney, Brad Pitt, Matt Damon, Julia Roberts, Al Pacino e moltissimi altri.

Ma non è tutto. Steven Soderbergh è un cineasta e innovatore a tutto tondo. Spesso sceneggiatore, cura personalmente fotografia e montaggio delle proprie pellicole (veri e propri marchi di fabbrica) utilizzando come pseudonimo il nome dei genitori.

L’eterogeneità delle sue produzioni si estende tuttavia anche al piccolo schermo. Per la televisione ha diretto Dietro i candelabri, altro biopic, sul pianista Liberace; e realizzato in veste di regista/ideatore due serie, guarda un po’, totalmente diverse tra loro. Parliamo del medical period drama The Knick, con Clive Owen, e il western Godless (qui la nostra recensione).

Anche come produttore, con la Section Eight, tanti ottimi titoli portano la sua firma. Citiamo Insomnia di Christopher Nolan, Syriana, Michael Clayton, pluricandidato agli Oscar, e diverse regie dell’amico e collega Clooney.

I premi ed il futuro di Soderbergh

Oltre alla già menzionata Palma d’oro, tra i massimi riconoscimenti c’è stato l’Academy Award vinto nel 2001 per il corale Traffic. Molti suoi lungometraggi hanno comunque partecipato ai festival internazionali più importanti: Venezia, Cannes e Berlino.

Prossimamente lo rivedremo dietro la macchina da presa nell’heist film Logan Lucky, di cui vi lasciamo qui sotto il trailer. Nell’attesa rinnoviamo i nostri auguri ad un grande autore del cinema contemporaneo: Steven Soderbergh, Star Of The Week!

The following two tabs change content below.

Fabio Leonardi

Nato e cresciuto in provincia di Milano, appassionatissimo di cinema (per il quale vive e in qualche modo lavora), oltre che di musica, astronomia e di gatti.

Lascia un commento