Still Star-Crossed, non convince la nuova serie prodotta da Shonda Rhimes

Still Star-Crossed Still Star-Crossed

Ha debuttato sugli schermi americani della ABC lunedì 29 Maggio. Ecco cosa ne pensiamo del primo episodio di Still Star-Crossed.

Still Star-Crossed racconta cosa è successo dopo “Romeo e Giulietta”

Ribattezzato come il sequel televisivo di Romeo e Giulietta, Still Star-Crossed è il primo serial in costume prodotto dalla famosissima Shonda Rhimes. La creatrice di Grey’s Anatomy e Scandal, ed il genio che c’è dietro il successo di How To Get Away With Muder, continua ad essere una fra le menti produttive più influenti della nostra contemporaneità. Abile narratrice, donna forte ed intelligente, in attesa di vederla in azione il prossimo settembre con For The People, il suo primo legal drama, Shonda Rhimes con Still Star-Crossed, cerca di fare il definitivo salto di qualità, ma a quanto pare la serie in onda in America da lunedì 29 maggio, è un flop annunciato.

Ispirata all’immortale storia d’amore resa tale dal sommo poeta inglese William Shakespeare, la nuova serie tv si pone l’obiettivo di raccontare cosa è successo dopo la morte di Romeo e Giulietta, cosa è accaduto cioè dopo che i due amanti hanno deciso di uccidersi invece che vivere alla luce del giorno il loro sogno d’amore. Al centro della vicenda c’è Rosaline Capuleti, cugina di Giulietta, e Benvolio Montecchi, cugino di Romeo, i quali, trovandosi in mezzo all’eterna faida familiare fra Montecchi e Capuleti, saranno costretti a mettere da parte la propria felicità pur di impedire che l’intera città di Verona venga dilaniata da una guerra civile.

Diversamente da Romeo e Giulietta, l’unione fra Rosaline e Benvolio non è guidata dall’amore ma è frutto di un accordo fra le due famiglie, un accordo che mette in moto una lunga serie di inganni, sotterfugi, litigi e sfrenati passioni. Nella storia c’è anche Il conte Paride proveniente da Mantova, il quale non riesce a darsi pace per la morte di Giulietta.

Delizioso guilty pleasure o flop colossale?

Nonostante il plot di Still Star-Crossed pare essere avvincente e decisamente in linea con la poetica dell’abile produttrice (non mancano infatti i personaggi forti, i dialoghi ferrati e gli improbabili colpi di scena), la serie cade comunque vittima della morsa del trash, portando in tv un drama in costume povero di sentimenti, vuoto e senza il benché minimo appeal. Il pilot, di appena 42 minuti, si perde in un’assurda disamina dell’amore fra Romeo e Giulietta, ma è la seconda parte dell’episodio a traballare pericolosamente, dato che, non solo i personaggi non riescono a ‘bucare lo schermo’, ma anche la storia in sé non riesce a regalare un coinvolgimento tale da invogliare lo spettatore a continuare la visione. Questa Verona pop e scanzonata, gli sguardi languidi al chiaro di luna, gli amori, i tradimenti e gli intrighi di palazzo, non bastano a risollevare una serie che pare essere già partita sconfitta.

In Still Star-Crossed manca il pathos, manca una reale contestualizzazione storica, manca il batticuore, manca un personaggio femminile forte, non c’è un maschio alpha dal fascino seducente e soprattutto non c’è un plot twist coinvolgente e che mozza il fiato. Un’occasione persa per la nuova serie tv della ABC, un’occasione mancata che conferma il momento di grande instabilità che sta vivendo il network di proprietà della Disney.

È pur vero che questo non sarebbe il primo flop televisivo per il team di Shonda Rhimes – ricordiamo Off the Map e The Catch – eppure ci si aspettava qualcosa di più da un prodotto come Still Star-Crossed, ma, a quanto pare, il glamour, gli intrighi ed i fisici da copertina non bastano a rendere tale una serie tv.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi