Stranger Things: il crossover artistico tra la serie Netflix e lo Studio Ghibli di Hayao Miyazaki

stranger things

Alcune realizzazioni artistiche per dimostrare la potenziale sinergia tra Stranger Things e lo Studio Ghibli, caposaldo dell’animazione fondato da Hayao Miyazaki.

Stranger Things e Studio Ghibli: un mix accattivante

Che la commistione tra generi sia cosa buona e giusta è risaputo da tempo. E se questa pratica va ad abbracciare due realtà capaci di utilizzare, in maniera esemplare, il potere dell’immaginazione, allora il risultato finale non può che essere semplicemente eccezionale. Un discorso che, vista la circostanza, va a toccare Stranger Things e lo Studio Ghibli di Hayao Miyazaki, esponenti di spicco degli ambiti legati alle serie TV e agli anime dalla popolarità pressoché sconfinata.

Consci della potenzialità di un crossover artistico in tal senso, svariati artisti appartenenti allo scenario mainstream e indie hanno optato per delle creazioni digitali in cui traspaiono gli elementi distintivi dei riferimenti in oggetto. Insomma, che si tratti della serie Netflix o dello studio alle spalle di Princess Mononoke e La città incantata, il mix in questione è di quelli da tenere d’occhio.

Illustrazioni con uno stile da vendere

Giorno dopo giorno, il conto di illustrazioni e omaggi, incentrati su Stranger Things e sullo Studio Ghibli, aumenta in maniera vorticosa – e con una notevole varietà. Un impegno costante portato avanti con la massima perizia, poiché i fan di qualsivoglia tipologia meritano tributi del genere altamente fedeli ai modelli originali.

Una bella “foto” di gruppo (autore: Dizzy)

Un Totoro del tutto…inaspettato! (autore: Ishtar Vega)

Agguati terrificanti! (autore: Generaciòn GHIBLI)

Il sottile confine tra bene e male! (autore: saif)

The following two tabs change content below.

Giorgio Longobardi

Multitasking addicted e formatore professionale. Divoratore di film, serie TV, anime e fumetti. Utopista, cultore del libero pensiero e grande appassionato di sport: tra i suoi sogni, quello di realizzare un gol in Premier League.

Lascia un commento