Suicide Squad – Hell To Pay: Harley Quinn e Deadshot tornano in un cartone per adulti

Suicide Squad

Suicide Squad – Hell To Pay è disponibile dal 6 luglio fino al 12 su Infinity e ha una trama convincente, toni violenti venati di ironia e una Squad che è davvero Suicide.

Suicide Squad – Hell To Pay, i cattivi al soldo del governo impegnati in una caccia al tesoro molto particolare

La Suicide Squad è uno dei concetti più estremi e forti del mondo dei super eroi della DC comics. Il governo assolda un gruppo di criminali e per controllarli e far si che svolgano le missioni inserisce nelle loro teste delle bombe che può far esplodere, qual’ora dovesse abortire la missione o i criminali provassero a scappare, da remoto. Questo vuol dire che diversamente da gruppi di eroi tradizionali che non possono lasciarci le penne, nel caso della Suicide Squad, c’è sempre la possibilità che una testa esploda o qualche villain sotto “contratto” non torni in prigione. Materiale interessante che il film con attori in carne ed ossa da Will Smith a Margot Robbie è riuscito a trattare in modo superficiale e poco interessante, salvandosi solo con alcune interpretazioni ed un tono da film di serie B ad alto budget.

Ecco perché se uno spettatore vuol capire davvero lo spirito di questo gruppo, il film animato Suicide Squad: Hell To Pay (titolo italiano: un inferno da scontare) prodotto dalla Warner Bros animation è l’occasione da non perdere per passare un’ora e mezza all’insegna dei criminali di ogni specie, delle battute ciniche, dell’humour nero e del soprannaturale stralunato. Il capo che gestisce la Squad per conto del governo ossia la crudele e organizzata Amanda Waller assembla una squadra che conta tre dei personaggi del film, l’immancabile Harley Quinn (doppiatrice: Tara Strong), Deadshot il killer infallibile con figlia a carico (doppiatore: Christian Slater ) e Capitan Boomerang. A questi si aggiungono il viscido e serpentiforme Copperhead, Bronze Tiger e Killer Frost che congela a morte la gente e che molti conoscono perchè ha un ruolo di un certo peso  nel telefilm Flash.

La Squad deve recuperare una carta speciale. E’ magica e tutti la vogliono perché può riportarti in vita. È una sorta di uscita gratis dall’inferno. Il super coupon fa ovviamente gola a diversi loschi figuri dall’immortale Vandal Savage disposto a tutto anche ad uccidere la sua stessa figlia Scandal che invece la vorrebbe usare per scopi più personali e salvare la fidanzata Knockout. C’è anche il professor Zoom, un velocista alla Flash, ma vestito di giallo e cattivo che ne ha bisogno perchè per ragioni che non spoilero e che implicano la presenza di un big tra gli eroi DC, sta rallentando la sua stessa morte. Una caccia al tesoro con più pretendenti che non lesina colpi di scena, colpi con varie armi da quelle contundenti stile mazza di Harley a tutta l’artiglieria di Deadshot, e sorprese come l’apparizione di un noto mago DC, il Dottor Fate, in versione spogliarellista.

Il fatto che sia un film animato non deve trarre in inganno e far pensare che sia una visione adatta anche ai bambini. Non è un cartone per famiglie. Il prodotto è molto violento, sboccato, estremo in diversi punti. La sua forza sta proprio nel veicolare nel modo migliore quanto sono amorali, bastardi questi personaggi. La parte Suicide, ossia chi non ce la fa a tornare indietro, è piuttosto ricca di morti eccellenti e si parte subito con una introduzione a base di teste che saltano e omicidi. La presenza massiccia di personaggi che magari non tutti conoscono potrebbe risultare un po’ ostica all’inizio, ma poi anche il novizio della Suicide Squad si può godere il tutto senza grandi problemi perchè la trama ha il pregio di filare via molto bene come la regia del gruppo di animatori guidata dal veterano Sam Liu.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi