Susan Sarandon, Star Of The Week: l’attrice, la donna, la voce fuori dal coro

Susan Sarandon Star of the Week

Susan Sarandon rappresenta una certezza del cinema mondiale. Attualmente nelle sale con Bad Moms 2, l’attrice statunitense è la nostra Star Of The Week!

Dal musical alla commedia, passando per il genere drammatico: tutta la versatilità di Susan Sarandon

Come ogni fine settimana torna il nostro appuntamento con la Star Of The Week. Con l’uscita di Bad Moms 2, abbiamo scelto di dedicare il nostro spazio domenica a Susan Sarandon che, con Mila Kunis e Kristen Bell va a formare il cast del film. Non avrebbe certo bisogno di presentazioni l’attrice statunitense, tra le più apprezzate nel panorama internazionale. Una certezza per il cinema degli ultimi 50 anni. Tanto lungo è infatti il lasso di tempo trascorso da quando l’artista newyorkese ha fatto il proprio esordio sul grande schermo.

L’opera era La Guerra del Cittadino Joe, diretta da John G. Avildsen. Aveva solo 25 anni quando collaborò con vere e proprie leggende del cinema italiano. Nel film La Mortadella, veniva diretta da Mario Monicelli ed era affiancata da Sophia Loren e Gigi Proietti. Insomma, non solo oltreceano si erano accorti di un talento cristallino come quello di Susan Sarandon.

Susan Sarandon Star of the Week

I riflettori di Hollywood si sono però accesi definitivamente su di lei nel 1975, quando cioè prese parte al musical The Rocky Horror Picture Show.

Un film travolgente ed indimenticabile che ha permesso all’attrice statunitense di essere apprezzata e ricordata da pubblico e critica.

Un ventennio da incorniciare che spiana la strada verso l’Oscar

Gli anni ’80 vengono inaugurati nel migliore dei modi. Ad aprire la magica decade della disco music è infatti Atlantic City, USA, film attraverso cui Susan Sarandon ottiene la sua prima candidatura all’Oscar come attrice protagonista. Storia più o meno simile è quella relativa agli anni ’90: Ridley Scott sceglie proprio lei per affiancare Geena Davis nel cult movie Thelma & Louise. Il film inizia a delineare quella figura della donna forte e indipendente che accompagnerà l’attrice fino ad oggi. E sempre attraverso la pellicola di Ridley Scott, Susan Sarandon ottiene la sua seconda candidatura all’Oscar.

Deve averci preso gusto, considerate le altre tre nomination che giungeranno nei tre anni successivi. Nel 1992, a convincere la giuria degli Academy, è il dramma L’olio di Lorenzo, film diretto da George Miller e nel quale Susan Sarandon ha interpretato la madre del piccolo protagonista, affetto dall’adrenoleucodistrofia.

Susan Sarandon Star of the Week

Prosegue il periodo d’oro dell’attrice con Il Cliente. La pellicola diretta da Joel Schumacher, vede Susan Sarandon impegnata nel ruolo di Reggie Love, avvocatessa pronta a prendersi cura del piccolo Mark, ricercato dalla mafia in quanto unico “testimone” dell’omicidio di un senatore. Insomma, quattro nomination all’Oscar ma nessuna statuetta vinta dall’attrice. Per un talento del genere, però, è solo questione di tempo. Nel 1995 esce nelle sale Dead Man Walking – Condannato a morte, film che finalmente porta Susan Sarandon a trionfare sul palco degli Academy Awards.

Gli anni duemila: commedie, fantasy e serie tv

Gli anni ’90 si sono conclusi in maniera altrettanto positiva con la nomination al Golden Globe per il ruolo drammatico in Nemiche Amiche. Gli anni duemila sono stati invece caratterizzati da pellicole di ogni genere, tra cui ricordiamo le commedie Due amiche esplosive (2002) ed Shall We Dance? (2004), il dramma sentimentale Elizabethtown (2005), il musical Romance & Cigarettes (2005) ed il fantasy Come d’Incanto (2007). Un talento a 360 gradi che ha permesso a Susan Sarandon di collaborare con i migliori attori e registi del mondo.

Susan Sarandon Star of the Week

Parallelamente alla carriera cinematografica, l’attrice ha anche preso parte a diverse serie tv di successo. Ricordiamo, a tal proposito, Malcolm, E.R e Ray Donovan. Ma il grande successo seriale di Susan Sarandon, risale proprio a quest’anno. Nella prima metà del 2017, infatti, viene trasmesso Feud – Bette and Joan, la serie tv ideata da Ryan Murphy, nella quale l’attrice interpreta egregiamente la diva Bette Davis. Tale ruolo le è valsa la nomination agli Emmy Awards come miglior attrice protagonista.

Le idee politiche e la voce fuori dal coro

Oltre ad avere un talento sconfinato, Susan Sarandon è nota a livello internazionale anche per la sua personalità. C’è chi la ama e chi la odia per le sue idee che l’hanno spesso portata ad andare controcorrente rispetto a numerosi suoi colleghi. Esempio lampante di tutto ciò risale alle ultime presidenziali U.S.A., quando cioè è stata una delle pochissime personalità hollywoodiane a schierarsi apertamente contro Hillary Clinton. Prima ancora, ha criticato George W. Bush per la guerra in Iraq. E come dimenticare, infine, l’intervista nella quale ha definito papa Benedetto XVI “un nazista”? Insomma, idee ben chiare e decise che hanno spinto molte persone a tifare per una sua candidatura a Presidente degli Stati Uniti d’America.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi