Tom Hanks, Star Of The Week: da Splash ai due Oscar e The Circle, la carriera d’oro dell’attore

Tom Hanks

La sconfinata carriera di Tom Hanks. Attore, regista, sceneggiatore, doppiatore, una delle figure più influenti di Hollywood. Un piccolo omaggio al suo talento immenso.

Tom Hanks, la carriera da record dell’attore più versatile di Hollywood

Quasi tutti le personalità più influenti di Hollywood devono moltissimo a Tom Hanks. Quando qualche produttore si trovava in difficoltà e cercava di dare una spintarella ad un proprio lavoro, andava a bussare alla porta di casa Hanks dove lo star-power non manca mai. Quando un grande regista aveva bisogno di un attore che fosse pronto a immedesimarsi anima e corpo in un personaggio per creare un capolavoro immortale della storia del cinema, il primo della lista era sempre il buon Tom. Quando c’era bisogno di doppiare un piccolo cowboy giocattolo che avrebbe rivoluzionato per sempre i film d’animazione, la sua era la voce giusta. Il suo infinito successo, partito negli anni ’80, è rimasto immutato fino ad oggi, così come la sua straordinaria carriera che non ha mai conosciuto una vera e propria battuta d’arresto o un giro a vuoto.

Tom Hanks nacque a Concord in California, il 9 Luglio 1956. I suoi genitori divorziarono quattro anni dopo e lui, insieme a due dei suoi tre fratelli, venne affidato al padre. Durante la sua infanzia fu spesso costretto a cambiare casa a causa del lavoro itinerante del capofamiglia. In un’intervista rilasciata a Rolling Stones, Hanks racconta di quanto fosse terribilmente timido da piccolo. Non riusciva a fare amicizia con i compagni di scuola che continuavano a snobbarlo e a emarginarlo, trattandolo come un nerd.

Iniziò ad appassionarsi al mondo dello spettacolo alle scuole superiori. Decise di studiare teatro al College e ne venne completamente assorbito. Andava da solo agli spettacoli per riuscire a immergersi completamente e senza distrazioni nella rappresentazione. Adorava le opere di BrechtTennessee Williams e Ibsen. Nel 1979 si trasferì a New York, dove iniziò la sua carriera d’attore. Alternava ruoli in B-Movie a piccoli ruoli a teatro. Ma il successo non tardò a venire.

Gli anni ’80: da “Happy Days” a “Turner e il Casinaro”

Nel 1982 prese parte a un episodio della leggendaria serie Happy Days, dove ebbe l’ardire di sfidare Fonzie. Il suo coraggio venne premiato. Il regista Ron Howard, che era stato Richie Cunningham nel serial, notò la bravura di Hanks e lo affiancò a Darryl Hannah nella favola moderna Splash – Una Sirena a Manhattan. In quegli anni, divenne uno specialista della commedia. Tra di esse spiccano La Retata e soprattutto l’indimenticabile e meraviglioso sogno a occhi aperti Big.

La sua faccia pulita e le sue gigantesche doti espressive, gli garantirono un posto nei cuori di tantissimi spettatori. Era il fratello maggiore o il figlio che tutti in America avrebbero voluto. I successivi film ebbero un buon riscontro di pubblico senza però raggiungere l’eccellenza. Per Hanks gli anni ’80 si chiusero con il buddy movie canino Turner e Il Casinaro. L’attore era ormai pronto per ruoli ben più impegnativi.

Gli anni ’90 e i due Oscar consecutivi: la definitiva consacrazione

Nel 1990 Tom Hanks era sulla cresta dell’onda ma era il momento di dare una svolta alla sua carriera. Accettò con coraggio un ruolo drammatico di un certo spessore ne Il Falò Delle Vanità di Brian De Palma. Nonostante la pellicola disilluse parzialmente le aspettative, Hanks si dimostrò pronto per questo genere di produzioni. Dopo l’agrodolce Ragazze Vincenti e la commedia romantica Insonnia D’Amore, arrivarono i film della definitiva consacrazione. Nel 1993 Jonathan Demme gli affidò il drammatico e profondo personaggio di Andrew Beckett in Philadelphia e l’anno seguente Robert Zemeckis quello dell’indimenticabile Forrest Gump. Due interpretazioni magistrali.

Due lavori che gli valsero altrettanti Oscar. In questi anni Hanks era il Re Mida di Hollywood. Qualunque cosa toccasse diventava oro. Recitò in produzioni eccelse come Apollo 13, Salvate Il Soldato Ryan e Il Miglio Verde, lavorando con i più grandi registi in circolazione, facendo incetta di premi e nomination. Contemporaneamente, passò dietro alla cinepresa per il suo Music Graffiti e trovò anche il tempo per prestare la sua voce a Woody in Toy Story. Un uomo sicuramente impegnato.

Dal 2000 a oggi: l’inesauribile passione di un performer perfetto

A inizio secolo un altro ruolo che lo renderà immortale. In Cast Away lavora ancora con Zemeckis e, per calarsi nel personaggio del naufrago Chuck Noland, si sottopone a un ferreo regime alimentare che lo porta a perdere ben 20 Kg. Agli Oscar dovette fare i conti con Russell Crowe e il suo Gladiatore Massimo Decimo Meridio. Ne uscì sconfitto ma “a riecheggiare nell’eternità” sarà l’eco della straordinaria prova d’attore di Hanks. Seguono il drammatico Era Mio Padre, l’esilarante Prova a Prendermi e il romantico The Terminal. Alla regia Sam Mendes e 2 volte Steven Spielberg. Tom Hanks è ancora il divo numero uno.

Elencare tutti i capolavori a cui prese parte in questo periodo manderebbe in brodo di giuggiole qualunque storico del cinema. Ladykillers dei Cohen, il blockbuster planetario Il Codice Da Vinci ancora in team con Ron Howard, il sottovalutato ma immenso La Guerra Di Charlie Wilson di Mike “Il Laureato” Nichols, sono solo la punta dell’iceberg. Alle nuove generazioni è proprio toccato che si facesse da parte. I suoi ruoli più recenti non sono affatto minori. Capitan Phillips, Saving Mr. Banks dove da il volto addirittura a Walt Disney, Il Ponte Delle Spie, Sully. Viene da chiedersi quando si fermerà. Il suo impegno verso la sua professione aumenta esponenzialmente col passare degli anni. Hanks è come un buon vino. Nella sua ultima interpretazione in The Circle giganteggia e annichilisce la performance della starlette Emma Watson, che ha avuto l’occasione di lavorare fianco a fianco con un attore che ha preso per mano Hollywood per ormai quasi 30 anni e non sembra ancora intenzionato a smettere.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi