Watchmen, in arrivo un film animato sull’opera a fumetti di Alan Moore e Dave Gibbons

watchmen

Annuncio della Warner Bros. circa la realizzazione di un film animato su Watchmen, la seminale serie a fumetti realizzata da Alan Moore e Dave Gibbons.

Watchmen, un film animato per la gioia dei fan: le novità sul lavoro portato avanti da Warner Bros.

Quando un’opera, appartenente a qualsivoglia branca artistica, riesce a restare sulla cresta dell’onda per un periodo di tempo praticamente infinito, bisogna chiedersi quali e quante siano le ragioni in grado di spiegare un clamore del genere. Nel caso di Watchmen, è presto detto: storia e tematiche adulte; personaggi carismatici; concetti innovativi capaci di rielaborare gli standard del settore; collegamenti con svariate aree del sapere come la scienza e la filosofia.

Insomma, un caleidoscopio di fattori positivi che soltanto una mente illuminata – e illuminante – come quella di Alan Moore poteva unire senza alcun tipo di forzatura narrativa avvalendosi, tra le altre cose, delle superbe matite di Dave Gibbons, altro esponente di spicco della nona arte dotato di quella marcia in più necessaria per fare la differenza in senso lato.

La multimedialità di questa opera a fumetti era già evidente nel 1986, ergo era solo questione di tempo prima che qualche casa di produzione decidesse di trasporla per la TV o il cinema al fine di accrescere il proprio bacino di fan in maniera esponenziale. E dopo il live action girato da Zack Snyder – di cui si parlerà più avanti – Warner Bros. ha pensato bene di dare il via a un progetto incentrato sulla creazione di un film animato che arricchirà, in un certo qual mondo, un catalogo composto da Il ritorno del Cavaliere Oscuro e The Killing Joke, capolavori imprescindibili per i lettori di ogni risma. Una scelta importante, quindi, basata in primis sull’esito positivo di un sondaggio formulato dalla stessa compagnia a stelle strisce; il sorprendente plebiscito che ne è seguito ha convinto la Warner portandola ad affermare di non voler assolutamente stravolgere il contenuto dell’opera originale. A dispetto della novità in sé, relativa in larga parte alle caratteristiche del prodotto finale, il lavoro seguirà dei binari consolidati facendo leva su uno stile di animazione fedelissimo alla graphic novel.

Da Zack Snyder al motion comic, l’evoluzione del capolavoro DC Comics di Alan Moore e Dave Gibbons

Come accennato poc’anzi, l’idea della Warner Bros. è uno dei tanti tributi alla meravigliosa serie a fumetti pubblicata da DC Comics. Basti pensare al live action del 2009 diretto da Zack Snyder, un cinecomic che, per quanto lontano dal gusto di Alan Moore, riesce a riprodurre le gesta dei Watchmen valorizzando i punti chiave dell’intera vicenda. Per non parlare, poi, dell motion comic diretto da Jake Strider Hughes e suddiviso in 12 capitoli da 25-30 minuti l’uno, un’ulteriore omaggio visivo a un’opera considerata come il punto più alto dell’evoluzione del fumetto mainstream.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi