Young Sheldon, recensione episodio 1×09: la fiera delle verità

young sheldon

Occasioni e dubbi morali per una maturazione senza confini. Questo, e tanto altro, nella recensione dell’episodio 1×09 di Young Sheldon.

Young Sheldon, recensione episodio 1×09: trasparenza

Determinati tratti caratteriali di un individuo, piuttosto che un altro, confluiscono in una natura trasparente, benigna, senza eccessivi compromessi. E per quanto si cerchi di mascherare ciò assumendo un atteggiamento elusivo (o, perché no, accondiscendente), la peculiarità intrinseca del proprio io verrà comunque fuori, a prescindere dalle circostanze. Insomma, occorre maturare ed accettare una specifica sincerità interiore, tesa al rispetto e alla moralità, altrimenti si corre il rischio di andare incontro a delle pesanti dissociazioni psichiche.

Bugie bianche, ma non troppo

Nell’episodio 1×09 di Young Sheldon, il piccolo Shelly condivide con la sua adorata Meemaw la passione per Star Trek, un format fantascientifico che lo affascina per tutta una serie di motivi. A cominciare da Spock, membro vulcaniano dell’equipaggio dell’Enterprise diventato celebre per la sua razionalità intrisa di un beffardo, quanto pungente, sarcasmo. Caratteristiche, queste, in sintonia con la propensione con il piccolo dei Cooper; e che, alla fine della fiera, tendono verso una costante ricerca della verità.

Un idillio mediatico interrotto dall’intervento di George, il quale chiede a Sheldon di dare una mano a Georgie per superare la verifica di matematica; l’esito di questa prova determinerà, infatti, la permanenza o l’eliminazione dalla squadra di football della scuola. I successivi insegnamenti condivisi con suo fratello sembra vadano a segno in maniera alquanto incisiva; tuttavia, il protagonista dello show scoprirà che la situazione in oggetto è di gran lunga diversa da ciò che si aspettava. E che alcune bugie – lievi o gravi che siano – possono compromettere l’idea di integrità esistenziale.

Costruzioni identitarie

Dopo aver enfatizzato il rapporto con il padre, Young Sheldon giunge a un punto significativo della sua prima stagione analizzando le debolezze di Shelly. Complice l’età e una comprensibile ingenuità di fondo, il giovane talento viene condotto verso una crescita del proprio animo affinché non perda mai di vista la sua vera identità. Le costruzioni che scandiscono l’intera puntata svelano, quindi, un iter dall’esito confortante, poiché certe attitudini non vanno assolutamente manipolate. E di ciò, ne beneficia l’intera serie TV prodotta da Chuck Lorre e Steven Molaro, confermando un potenziale in divenire destinato ad ulteriori episodi altrettanto coinvolgenti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi