Young Sheldon, recensione episodio 1×10: speciale normalità

young sheldon

Un istituto per giovani superdotati potrebbe non essere la soluzione che si cerca da tempo. A seguire, la recensione di Young Sheldon 1×10.

Young Sheldon, recensione episodio 1×10: se dai il meglio

Quando è indubbia la presenza di un determinato talento naturale, occorrerebbe affinarlo per far sì che non perda mai la sua straordinaria forza. Sono tanti i mezzi per accrescere la propria propensione; e sta al detentore della stessa capire quale tra questi sia il maggiormente efficace. Un’analisi, quindi, ad ampio spettro, in cui le valutazioni si mescolano con lo stato emotivo del momento: ed è soprattutto quest’ultimo a fare un’incredibile differenza.

Scuole geniali

L’episodio 1×10 di Young Sheldon vede il direttore della Wolf’s County costretto a segnalare l’indisponenza del più piccolo dei Cooper. La sua puntigliosità sta mettendo in seria difficoltà il personale docente della scuola, sul piede di guerra e ormai prossimo a una crisi di nervi. Il rimedio che converrebbe prendere in considerazione riguarda il trasferimento presso una scuola per ragazzi superdotati, un ambiente stimolante capace di assecondare la precocità di Shelly. Tuttavia, tale istituto è situato a Dallas, a ben tre ore di auto dalla residenza principale dei Cooper; ciò significa che George e Mary non possono fare altro che accettare il suo trasferimento.

La prospettiva di frequentare una struttura all’altezza delle proprie aspettative è sicuramente intrigante. Inoltre, la direttrice della scuola prende in simpatia il “nuovo arrivato” e lo accoglie a casa sua per farlo sentire a suo agio, tra libri e conoscenze sparse. Ma per quanto la specialità del contesto sia accattivante, nulla batte il senso di appartenenza familiare. Perché al di là di pregi e difetti di ciascun membro, sarà la normale affettività a cristallizzare la necessaria crescita formativa del talentuoso Shelly.

La felicità è nelle piccole cose

Il decimo episodio di Young Sheldon fa comprendere quanto la sensibilità del futuro Dr. Cooper sia, da sempre, un elemento preponderante del suo carattere. Sebbene ciò non risulti immediatamente avvertibile, il tratto in questione crea un legame imprescindibile tra razionalità e affettività. E la storia ammirata nel consueto episodio settimanale potenzia una simile prerogativa investendo anche gli altri membri della famiglia. Insomma, lo standard acquisito nelle scorse puntate continua a valorizzare lo spin-off di The Big Bang Theory appassionando il pubblico e portando a delle piacevoli conclusioni.

The following two tabs change content below.

Giorgio Longobardi

Multitasking addicted e formatore professionale. Divoratore di film, serie TV, anime e fumetti. Utopista, cultore del libero pensiero e grande appassionato di sport: tra i suoi sogni, quello di realizzare un gol in Premier League.

Lascia un commento