Young Sheldon, recensione episodio 1×12: tecnologicamente preparati

young sheldon

Un device fisso come polo centrale di discussioni e progressi reciproci. Questo, e molto altro, nella recensione dell’episodio 1×12 di Young Sheldon.

Fare un passo in avanti

Progredire verso un altro status si può. Anzi, si deve eccome. Perché i livelli dell’essere non sono un limite, ma bensì una soglia da raggiungere e superare affinché la consapevolezza sia massima. Soltanto così si può comprendere ciò che si ha dentro (e che non morirà mai) e quello del proprio interlocutore. E per quanto questo percorso possa apparire ostico, duro, faticoso, l’affrontare a viso aperto questa entusiasmante sfida non potrà che condurre ad enormi benefici.

Young Sheldon, recensione episodio 1×12: Eliza, pensaci tu!

Nell’episodio 1×12 di Young Sheldon, il giovane protagonista dello spin-off di The Big Bang Theory è rapito dalla miriade di attività eseguibili mediante il Tandy 1000 SL, uno dei primi esponenti del cosiddetto home computing. La voglia di possederne uno è tanta; ma il costo elevato del prodotto (unita a una scarsa conoscenza dello stesso) appiedano ogni speranza in tal senso.

Nonostante ciò, Mary vorrebbe comprarlo e consentire al piccolo Shelly di diffondere la multimedialità tra i meandri di casa. Un avanzamento tecnologico e cognitivo non da poco, che però George sottovaluta enfatizzando la sua visione da classico abitante texano. Il confronto che si crea tra i due coniugi conduce ad una leggera frattura familiare; nulla di grave, ovviamente, ma l’evento in sé spinge Sheldon a chiedere aiuto ad Eliza, la voce guida del portentoso computer. E lei, assieme ad una reciproca apertura, sancirà la quadratura del cerchio.

Consolidamento affettivo

La dodicesima puntata di Young Sheldon intesse un plot in cui le discussioni articolano azioni e sentimenti del nucleo Cooper. Un proposito abbastanza netto, da interpretare come consolidamento affettivo tra tutti i membri del gruppo primario e nei riguardi,in particolar modo, del geniale talento precoce. Insomma, un affiatamento che va al di là delle differenze di identità caratteriali; e che grazie alla perseveranza di chi guarda oltre la propria portata, consente a chiunque di pervenire a una crescita interiore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti potrebbe piacere anche..

News categoria
Leggi ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi